NSCLC allo stadio iniziale: i programmi universitari/di ricerca offrono la migliore possibilità di sopravvivenza

  • Wang S & al.
  • Cancer
  • 10/09/2019

  • Kelli Whitlock Burton
  • Univadis Clinical Summaries
L'accesso ai contenuti di questo sito è riservato agli operatori del settore sanitario italiano L'accesso ai contenuti di questo sito è riservato agli operatori del settore sanitario italiano

Conclusioni

  • I programmi universitari/di ricerca (academic/research program, ARP) ottengono i migliori tassi di sopravvivenza e di trattamento chirurgico per il tumore polmonare non a piccole cellule (non-small cell lung cancer, NSCLC) allo stadio iniziale, mentre i programmi oncologici di comunità (community cancer programs, CCP) offrono la sopravvivenza peggiore e i tassi di trattamento chirurgico più bassi.

Perché è importante

  • Studi precedenti che hanno esaminato gli esiti dell’NSCLC in base al volume e al tipo di ospedale hanno ottenuto risultati contrastanti.

Disegno dello studio

  • 332.175 pazienti con NSCLC in stadio I–II del National Cancer Database trattati presso 1.299 istituti.
  • Finanziamento: National Institutes of Health (NIH); altri.

Risultati principali

  • Il tasso di trattamento chirurgico era massimo presso gli ARP, 74,8%, seguiti dagli istituti del programma oncologico di rete integrata (integrated network cancer program, INCP), 69,8%, dai CCP di riferimento, 68,4%, e dai CCP, 60,8% (P
  • Gli ARP presentavano la sopravvivenza complessiva (overall survival, OS) mediana migliore, 59,1 mesi, seguiti dagli INCP con 49,9 mesi, dai CCP di riferimento con 46,3 mesi e dai CCP con 36,0 mesi (P
  • Rispetto ai CCP, gli istituti ARP presentavano una maggiore probabilità di trattare l’NSCLC con un approccio chirurgico (aOR: 1,81), seguiti da INCP (aOR: 1,44) e CCP di riferimento (aOR: 1,36; P
  • Un volume maggiore di pazienti era associato a una maggiore probabilità di eseguire il trattamento chirurgico negli ARP (aOR: 1,31), nei CCP di riferimento (aOR: 1,12) e nei CCP (aOR: 1,46; P
  • L’appaiamento in base all’indice di propensione ha ottenuto risultati simili.

Limiti

  • Mancanza di dati sui costi del trattamento.