NSCLC allo stadio I: la segmentectomia è efficace nella malattia con linfonodi positivi

  • Lutfi W & al.
  • Clin Lung Cancer
  • 01/04/2019

  • Kelli Whitlock Burton
  • Univadis Clinical Summaries
L'accesso ai contenuti di questo sito è riservato agli operatori del settore sanitario italiano L'accesso ai contenuti di questo sito è riservato agli operatori del settore sanitario italiano

Conclusioni

  • La segmentectomia offre una sopravvivenza complessiva (overall survival, OS) simile a quella ottenuta con la lobectomia nei pazienti che risultano affetti da tumore del polmone non a piccole cellule (non-small cell lung cancer, NSCLC) in stadio I con linfonodi positivi.
  • I pazienti sottoposti a lobectomia presentano tassi maggiori di aumento dello stadio dei linfonodi rispetto a quelli sottoposti a segmentectomia.

Perché è importante

  • Si tratta del primo studio a identificare i fattori prognostici dell’aumento dello stadio dei linfonodi nei pazienti con NSCLC allo stadio iniziale sottoposti a segmentectomia, compresi dimensioni del tumore maggiori, istologia a cellule squamose e maggior numero di linfonodi esaminati.

Disegno dello studio

  • 4.556 pazienti del National Cancer Database con NSCLC in stadio I sottoposti a segmentectomia (n=115) o lobectomia (n=4.441) e risultati in stadio istopatologico N I o II.
  • Finanziamento: nessuno rivelato.

Risultati principali

  • Nessuna differenza significativa nella OS a 3 anni tra segmentectomia e lobectomia (66,3% vs. 68,1%; HR: 0,91; P=0,562).
  • La lobectomia era associata a tassi maggiori di aumento dello stadio dei linfonodi (9,5% vs. 4,6%; P
  • Secondo l’analisi multivariata i predittori significativi di malattia con linfonodi positivi dopo la segmentectomia includevano maggiori dimensioni del tumore (OR: 2,13; P

Limiti

  • Analisi retrospettiva.