NPC: il TEV associato a PICC è legato a una sopravvivenza peggiore in uno studio cinese

  • Liang YJ & al.
  • BMC Cancer
  • 29/12/2018

  • Brian Richardson, PhD
  • Univadis Clinical Summaries
L'accesso ai contenuti di questo sito è riservato agli operatori del settore sanitario italiano L'accesso ai contenuti di questo sito è riservato agli operatori del settore sanitario italiano

Conclusioni

  • Uno studio retrospettivo suggerisce che il tromboembolismo venoso (TEV) sintomatico associato a cateteri centrali a inserimento periferico (peripherally inserted central catheter, PICC) è legato a una diminuzione della sopravvivenza dei pazienti con carcinoma nasofaringeo (nasopharyngeal carcinoma, NPC) non metastatico.

Perché è importante

  • Il TEV associato a PICC è comune in questa popolazione di pazienti.

Risultati principali

  • L’incidenza complessiva di TEV era del 7,20%.
  • Il TEV era associato a una sopravvivenza libera da progressione (progression-free survival, PFS; 77,5% vs. 87,6%; P
  • Il rapporto di rischio di TEV era pari a 2,92 (IC 95%: 2,06–4,15; P
  • Nell’analisi di sottogruppo la PFS a 5 anni era simile nei pazienti con TEV superficiale rispetto a TEV profondo (P=0,645); la PFS a 3 anni era simile nei pazienti trattati con eparina a basso peso molecolare, warfarin, rivaroxaban o altri trattamenti (P=0,228).

Disegno dello studio

  • Sono stati inclusi 3.012 pazienti con NPC non metastatico.
  • Nell’appaiamento in base all’indice di propensione corretto per sesso, età, tecnica radioterapica, stadio e DNA del virus di Epstein-Barr pre-trattamento sono stati inclusi 213 pazienti con TEV e 852 senza TEV.
  • Finanziamento: nessuno.

Limiti

  • Studio con disegno retrospettivo.