Nominato nuovo Consiglio superiore, Locatelli confermato presidente

  • Univadis
  • Adnkronos Sanità
L'accesso ai contenuti di questo sito è riservato agli operatori del settore sanitario italiano L'accesso ai contenuti di questo sito è riservato agli operatori del settore sanitario italiano

Roma, 1 mar. (Adnkronos Salute) - Il ministro della Salute Roberto Speranza ha firmato il decreto per il nuovo Consiglio superiore di sanità (Css) per il triennio 2022-2025. Il Css è l'organo di consulenza tecnico scientifica del ministro, che esprime parere su richiesta dello stesso e nei casi espressamente stabiliti dalla legge. Franco Locatelli, direttore del dipartimento di Oncoematologia e terapia cellulare e genica dell’Ospedale Bambino Gesù di Roma, sarà confermato presidente. Era stato nominato a febbraio 2019.

Il Css - riporta il decreto - è costituito da trenta componenti non di diritto, individuati tra docenti universitari, dirigenti di struttura complessa del Ssn, soggetti particolamente qualificati nelle materie attinenti alle competenze istituzionali del Consiglio stesso. Tra le 'new entry': lo pneumologo del Gemelli Luca Richeldi, ex Cts, e Maria Rosaria Capobianchi ex direttrice del laboratorio dell'Inmi Spallanzani di Roma, ma anche Enrico Gherlone, rettore dell'Università Vita e Salute San Raffaele di Milano. C'è anche Giulia Veronesi, associato di chirurgia toracica dell'Università Vita Salute del San Raffaele di Milano.

Lunedì si riunirà il nuovo Css per nomina del presidente e dei vice presidenti. I componenti non di diritto del nuovo Consiglio superiore di sanità sono: Sergio Abrignani, ordinario di Patologia generale dell'Università di Milano; Enrico Alleva, dirigente di ricerca in Biologia del comportamento dell'lstituto Superiore di Sanita; Giovannella Baggio, ordinaria di medicina di genere dell'Università di Padova; Mario Barbagallo, Ordinario di Geriatria dell'Università di Palermo; Renato Bernardini, ordinario di farmacologia dell'Università di Catania; Maria Rosaria Capobianchi, docente a contratto di Biologia Molecolare Saint Camillus International University of Health Sciences, Roma; Filippo Crea, Ordinario di Cardiologia dell'Università Cattolica del Sacro Cuore di Roma del Policlinico Gemelli; Giuseppe Curigliano, professore associato di Oncologia Medica dell'Università di Milano; Maria Del Zompo, ordinario in Fannacologia dell'Università di Cagliari; Paola Di Giulio, docente Aasociato di Scienze Infermieristiche dell' Università di Torino; Marco Ferrari, ordinario di Malattie Odontostomatologiche dell' Università di Siena; Enrico Felice Gherlone, ordinario di Malattie Odontostomatologiche dell'Università Vita e Salute, ospedale S. Raffaele di Milano.

E ancora: Silvia Giordano, Ordinario di Istologia dell'Università di Torino; Paolo Antonio Grossi, Ordinario di Malattie infettive dell'Università dell'Insubria di Varese; Andrea Laghi, ordinario di Radiologia dell'Università Sapienza di Roma; Franco Locatelli, direttore del dipartimento di Onco-Ematologia Pediatrica e Terapia Cellulare e Genica dell'Ospedale Bambino Gesu di Roma; Francesco Longo, docente associato del Dipartimento di Analisi delle Politiche e del Management Pubblico dell'Università Bocconi di Milano; Vito Martella, ordinario di Malattie Infettive degli animali domestici dell' Università di Bari.