Neoplasie dello stomaco e della giunzione gastro-esofagea


  • Notizie Mediche - VDA Net
L'accesso ai contenuti di questo sito è riservato agli operatori del settore sanitario italiano L'accesso ai contenuti di questo sito è riservato agli operatori del settore sanitario italiano

AIOM Associazione Italiana di Oncologia Medica

Neoplasie dello stomaco e della giunzione gastro-esofagea

Edizione 2019 - aggiornata a ottobre 2019

Helicobacter pylori è classificato dalla International Agency for Research on Cancer (IARC) come agente cancerogeno di tipo I con meccanismo patogenetico da ricondurre allo sviluppo di gastrite cronica atrofica e prevalentemente associato ad adenocarcinoma di tipo intestinale della regione antrale nelle popolazioni ad alto rischio. L’eradicazione dell’infezione è un passo fondamentale per la prevenzione primaria del carcinoma gastrico, ma il rischio si riduce significativamente solo se l’eradicazione è effettuata prima dello sviluppo delle lesioni precancerose. Infatti, se sono presenti lesioni precancerose quali gastrite cronica atrofica estesa al corpo gastrico e metaplasia intestinale incompleta, il paziente entra in un programma di sorveglianza endoscopica e istologica ogni tre anni in assenza di familiarità o ogni 1-2 anni in presenza di familiarità positiva per cancro gastrico in un parente di I grado. Nel caso in cui sia presente di displasia su lesione non visibile all’endoscopia, la sorveglianza va effettuata ogni 6 mesi per la displasia di alto grado ed ogni 12 mesi per la displasia di basso grado. Se è presente displasia su lesione visibile, quest’ultima deve essere stadiata e resecata endoscopicamente con successiva sorveglianza annuale. Nella sorveglianza è raccomandato l’utilizzo di endoscopia potenziata con magnificazione e/o colorazione

- Scarica il documento completo in formato PDF
- Riproduzione riservata e per uso personale