Nell’apnea ostruttiva del sonno il genere può fare la differenza


  • Agenzia Zoe
  • Sintesi della letteratura
L'accesso ai contenuti di questo sito è riservato agli operatori del settore sanitario italiano L'accesso ai contenuti di questo sito è riservato agli operatori del settore sanitario italiano

Messaggi chiave

  • Nell’associazione tra apnea ostruttiva del sonno (AOS) ed età, stato civile, obesità addominale, attività fisica, ipertensione e sintomi legati all’AOS, si osservano differenze significative tra i generi.
  • I risultati suggeriscono la presenza di meccanismi specifici legati al genere nello sviluppo di AOS, ma servono ulteriori studi per approfondire l’argomento ed arrivare a strategie personalizzate di prevenzione e trattamento.

Descrizione dello studio

  • Nello studio a disegno cross-sectional è stata valutata la prevalenza di AOS auto-riferita da 143.326 donne (età: 48-93 anni) del Nurses' Health Study (NHS) e NHSII e da 22.896 uomini dell’Health Professionals Follow-up Study (età: 65-101 anni) nel 2012-2013.
  • Utilizzando la regressione logistica a variabili multiple sono stati stimati gli odds ratio di prevalenza (pOR) dell’AOS legati al genere sulla base di fattori demografici, antropometrici, di stile di vita e di comorbilità.
  • Fonte di finanziamento: National Institute of Health

Risultati principali

  • È stata osservata una prevalenza generale di AOS auto-riferita del 6,4% nelle donne e del 13,8% negli uomini.
  • Dopo aggiustamenti, le associazioni tra AOS e inattività fisica, ipertensione e sonnolenza notturna sono risultate più forti nelle donne, mentre quelle con circonferenza vita e apnea riferita da testimoni sono risultate più forti negli uomini (P eterogeneità
  • Sono emerse differenze qualitative legate al genere nelle associazioni con età (pOR per un aumento di 5 anni: donne 0,95 con IC 95% da 0,94 a 0,96; uomini 1,04 con IC 95% da 1,01 a 1,08; P eterogeneità

Limiti dello studio

  • Il disegno dello studio non ha permesso di valutare temporalità o causalità delle associazioni specifiche per il genere.
  • AOS e apnea centrale del sonno non sono state distinte nella valutazione delle diagnosi riferite dai pazienti.
  • La popolazione inclusa nello studio (professionisti della salute nella maggior parte dei casi caucasici) limita la generalizzabilità dei risultati.
  • Non erano disponibili informazioni sul trattamento della AOS.

Perché è importante

  • L’AOS è un disturbo del sonno ad alta prevalenza associato a un aumento della mortalità e della morbilità cardiometabolica.
  • La prevalenza è circa 2-3 volte superiore negli uomini che nelle donne.
  • Mancano dati sulle eventuali associazioni legate al genere tra AOS e un ampio gruppo di fattori epidemiologici demografici, antropometrici, di stile di vita e di comorbilità.