Minore il grado di alfabetizzazione sanitaria, più lunghi i ricoveri dopo un intervento di chirurgia addominale


  • Agenzia Zoe
  • Sintesi della letteratura
L'accesso ai contenuti di questo sito è riservato agli operatori del settore sanitario italiano L'accesso ai contenuti di questo sito è riservato agli operatori del settore sanitario italiano

Messaggi chiave

  • Dopo un intervento di chirurgia addominale maggiore, i pazienti con il livello di alfabetizzazione sanitaria (HL) minore sono rimasti ricoverati in media un giorno in più di quelli con il livello maggiore, in maniera indipendente da altri fattori.
  • L’HL non ha invece mostrato alcuna correlazione con il rischio di ripresentarsi in pronto soccorso a 30 giorni dalla dimissione o di essere di nuovo ricoverati a 90 giorni.

Descrizione dello studio

  • Revisione dei dati clinici e ospedalieri relativi a 1239 pazienti operati in un unico centro universitario per chirurgia elettiva maggiore del colon retto, dello stomaco, del fegato o del pancreas, per patologie benigne o maligne, sottoposti a un test per la valutazione di HL (Brief Health Literacy Screen, BHLS).
  • Outcome: associazione tra livello di alfabetizzazione, lunghezza del ricovero, accessi in PS a 30 giorni e re-ricoveri a 90 giorni con analisi multivariata di diverse variabili cliniche e anagrafiche.

 

Risultati principali

  • Punteggio mediano BHLS= 12,9 (DS 2,76). Livello mediano di scolarizzazione = 13 anni (IQR, 12,0-16,0).
  • Pazienti con i punteggi BHLS più bassi (3-8) hanno avuto un tempo di ricovero (TR) mediano più lungo di 1 giorno rispetto a quelli con il più alto BHLS (15), con un effetto indipendente da quello di altri fattori (tipo di intervento, complicazioni postoperatorie, età e così via).
  • HL non è risultata predittiva di accessi in PS entro 30 giorni dalla dimissione (OR 0,97; IC 95% 0,92-1,04; P= 0,39), né di re-ricoveri entro 90 giorni dalla dimissione (OR 0,97; IC 95% 0,92-1,03; P= 0,30).

 

Perché è importante

  • Gli studi in questo campo hanno finora riguardato pazienti con malattie croniche.
  • Riconoscendo i pazienti chirurgici con minori livelli di alfabetizzazione sanitaria, si potrebbe rispondere meglio ai loro bisogni, evitando di allungare i tempi di ricovero.