Milano, al San Giuseppe super laser per la cataratta


  • Adnkronos Salute
L'accesso ai contenuti di questo sito è riservato agli operatori del settore sanitario italiano L'accesso ai contenuti di questo sito è riservato agli operatori del settore sanitario italiano

Milano, 13 feb. (AdnKronos Salute) - Indirizza impulsi della durata di un femtosecondo (un milionesimo di miliardesimo di secondo) sulle strutture oculari con "una precisione prima d'ora impensabile", riducendo il trauma e contenendo le complicazioni: sono alcuni dei vantaggi della Flac (Femtosecond laser assisted surgery), l'ultima frontiera nella chirurgia della cataratta impiegata dalla Clinica oculistica universitaria dell'ospedale San Giuseppe di Milano - Gruppo MultiMedica, grazie alla quale è possibile programmare le fasi dell'intervento attraverso un computer, per poi eseguirle con il laser in pochi secondi, senza l'impiego di bisturi e pinze.

"Tra gli aspetti più innovativi del Femtolaser - spiega Paolo Nucci, direttore della Clinica oculistica universitaria del San Giuseppe - vi è quello di ridurre la quantità di passaggi chirurgo-dipendenti, consolidando e standardizzando alcune fasi dell'operazione, e dunque rendendo ancor più rapido e meno traumatico l'intervento di cataratta. I tagli corneali, l'apertura della capsula che avvolge il cristallino e la frantumazione della cataratta, infatti, non vengono eseguiti dalla mano umana, ma da un computer, sulle caratteristiche del paziente".

"Inoltre - aggiunge l'esperto - mentre gli strumenti tradizionali rilasciano impulsi in nanosecondi, ovvero 'solo' in miliardesimi di secondo, questo tipo di laser emette spots della durata di un femtosecondo sulle strutture oculari verso cui viene indirizzato. Questo permette di aprire con estrema cura e precisione la capsula anteriore del cristallino, dando modo alla lente artificiale di trovare la migliore allocazione e quindi di garantire un risultato superiore da un punto di vista refrattivo. Il femtolaser - conclude Nucci - è quindi particolarmente indicato per l'utilizzo di lenti intraoculari di ultimissima generazione, come le lenti toriche per la correzione dell'astigmatismo e le lenti multifocali che consentono di correggere difetti visivi come la presbiopia".