Microcitoma in stadio esteso: anlotinib più platino-etoposide si rivelano promettenti in una sperimentazione di fase 2

  • Deng P & al.
  • Cancer Med

  • Univadis
  • Notizie di oncologia
L'accesso ai contenuti di questo sito è riservato agli operatori del settore sanitario italiano L'accesso ai contenuti di questo sito è riservato agli operatori del settore sanitario italiano

Conclusioni

  • La terapia di prima linea con l’inibitore dell’angiogenesi orale anlotinib in combinazione con chemioterapia a base di platino-etoposide ha ottenuto, in una sperimentazione di fase 2, una sopravvivenza libera da progressione (progression-free survival, PFS) mediana di 8 mesi e un tasso di risposta obiettiva (objective response rate, ORR) di circa l’86% in pazienti affetti da microcitoma in stadio esteso (extensive-stage small-cell lung cancer, ES-SCLC).

Perché è importante

  • Questo studio rappresenta una nuova indicazione promettente per un farmaco approvato in Cina come terapia di terza linea per il tumore polmonare non a piccole cellule (non-small cell lung cancer, NSCLC) in stadio avanzato.
  • L’SCLC si presenta nella maggioranza dei casi come malattia in stadio esteso, con una prognosi sfavorevole, <10 mesi.

Disegno dello studio

  • Sperimentazione clinica a braccio singolo di anlotinib + platino-etoposide su 35 pazienti affetti da ES-SCLC, condotta presso un singolo centro in Cina.
  • Dose di anlotinib: 12 mg al giorno i giorni 1–14 di un ciclo di 21 giorni per 4–6 cicli, seguiti da terapia di mantenimento con anlotinib.
  • Esiti primari: PFS e ORR.
  • Finanziamento: Chia Tai Tianqing Pharmaceutical Group Co., Ltd.

Risultati principali

  • PFS mediana di 8,02 mesi (IC 95%, 6,90–9,66 mesi).
  • ORR dell’85,71% (IC 95%, 69,74%–95,19%).
  • Tasso di controllo della malattia del 94,29% (IC 95%, 80,84%–99,30%).
  • Sopravvivenza complessiva (overall survival, OS) di 15,87 mesi (IC 95%, 10,38–18,89 mesi).
  • PFS mediana nel sottogruppo con metastasi epatiche di 7,33 mesi (IC 95%, 4,76–9,69 mesi).
  • PFS mediana nel sottogruppo con metastasi cerebrali di 7,34 mesi (IC 95%, 5,68–9,20 mesi).
  • Incidenza di eventi avversi (adverse event, AE) di grado 3–4 del 40%.
  • AE di grado 3–4 più comuni:
    • eritrodisestesia palmo-plantare, 17%;
    • granulocitosi, 17%;
    • stomatite, 14%;
    • ipertrigliceridemia, 11%.

Limiti

  • Mancanza di gruppo comparatore.
  • Campione di piccole dimensioni.
  • Sperimentazione monocentrica.