Metastasi ossee: la RT con frazionamento esteso rimane comune nonostante le linee guida

  • Gupta A & al.
  • JCO Oncol Pract
  • 13/04/2020

  • Pavankumar Kamat
  • Univadis Clinical Summaries
L'accesso ai contenuti di questo sito è riservato agli operatori del settore sanitario italiano L'accesso ai contenuti di questo sito è riservato agli operatori del settore sanitario italiano

Conclusioni

  • Un terzo dei medici statunitensi sta ancora trattando i pazienti con metastasi ossee utilizzando radioterapia (RT) con frazionamento esteso (>10 frazioni), nonostante esistano dal 2013 forti raccomandazioni di utilizzare una singola frazione da 8 Gy per questo scopo.

Perché è importante

  • Secondo l’American Society for Radiation Oncology l’uso di routine della RT con frazionamento esteso è un intervento di basso valore.

Disegno dello studio

  • Usando i dati Medicare relativi al pagamento delle prestazioni (fee-for-service), questo studio di coorte retrospettivo ha incluso 12.221 pazienti (età mediana di 75,6 anni) sottoposti a RT esterna bi- o tridimensionale per metastasi ossee.
  • Nei medici che hanno trattato >10 pazienti è stata analizzata anche la prassi individuale.
  • Finanziamento: Laura and John Arnold Foundation.

Risultati principali

  • L’uso complessivo di RT con frazionamento esteso era del 23,4%.
  • Tra i medici che hanno trattato >10 pazienti:
    • il 38,7% ha utilizzato RT con frazionamento esteso lo 0%-10% del tempo;
    • il 55,5% l’ha usata lo 0%-20% del tempo e
    • Il 33,2% l’ha usata più del valore soglia del 30% stabilito in base al consenso degli esperti.
  • I pazienti di età 85 anni presentavano una probabilità inferiore di essere trattati con RT con frazionamento esteso rispetto ai pazienti più giovani.
  • La probabilità che i medici utilizzassero RT con frazionamento esteso era maggiore se: 
    • erano laureati da 30 anni rispetto a da 10 o 20 anni;
    • esercitavano nel Sud degli USA rispetto al Nord-Est e al Midwest.

Limiti

  • Uso di dati di popolazione basati sulle richieste di rimborso, senza informazioni a livello clinico.