Metastasi epatiche del CRC: APRI e ALBI identificano il danno epatico causato dalla NACT

  • Pereyra D & al.
  • Ann Surg Oncol
  • 07/01/2019

  • Jim Kling
  • Univadis Clinical Summaries
L'accesso ai contenuti di questo sito è riservato agli operatori del settore sanitario italiano L'accesso ai contenuti di questo sito è riservato agli operatori del settore sanitario italiano

Conclusioni

  • Indice del rapporto aspartato aminotransferasi/piastrine (aspartate aminotransferase-to-platelet ratio index, APRI) e grado albumina-bilirubina (albumin-bilirubin grade, ALBI) combinati consentono di identificare la disfunzione epatica associata alla chemioterapia neoadiuvante (neoadjuvant chemothereapy, NACT) e di predire il rischio chirurgico nei pazienti con metastasi epatiche del carcinoma del colon-retto (colorectal cancer, CRC).

Perché è importante

  • Il trattamento preoperatorio con oxaliplatino o irinotecan può determinare danno epatico, a sua volta associato a esiti postchirurgici peggiori.
  • Studi precedenti hanno legato ALBI e APRI sia al danno epatico sia a esiti peggiori.

Disegno dello studio

  • Analisi dei parametri ematici di 339 pazienti prima e dopo il completamento della NACT in preparazione alla resezione epatica.
  • Finanziamento: Medical University of Vienna.

Risultati principali

  • In base alla curva receiver operating characteristic (ROC) di APRI e ALBI per la disfunzione epatica postoperatoria, i ricercatori hanno utilizzato la statistica J di Youden identificando una soglia di -2,46.
  • I pazienti con valori superiori alla soglia presentavano una maggiore incidenza di disfunzione epatica postoperatoria (17,9% vs. 3,1%; P10 giorni (46,5% vs. 25,8%; P3 giorni (13,8% vs. 0,8%; P
  • In una coorte indipendente (n=161), alti valori APRI+ALBI erano associati a maggiore disfunzione epatica postoperatoria (13,2% vs. 1,2%; P=0,003).
  • I livelli APRI+ALBI sono diminuiti dopo la NACT e hanno continuato a diminuire fino al trattamento chirurgico, suggerendo che il valore potrebbe essere utilizzato per rimandare il trattamento chirurgico fino al recupero del fegato.

Limiti

  • Popolazione europea.