Melanoma: TIL-ACT più interleuchina-2 sembrano promettenti in una metanalisi

  • Dafni U & al.
  • Ann Oncol
  • 30/09/2019

  • Brian Richardson, PhD
  • Univadis Clinical Summaries
L'accesso ai contenuti di questo sito è riservato agli operatori del settore sanitario italiano L'accesso ai contenuti di questo sito è riservato agli operatori del settore sanitario italiano

Conclusioni

  • La terapia cellulare adottiva (adoptive cell therapy, ACT) usando linfociti infiltranti il tumore (tumor-infiltrating lymphocytes, TIL) autologhi combinata a interleuchina 2 (IL-2) ricombinante è associata a un tasso di risposta complessiva (overall response rate, ORR) del 41% nei pazienti con melanoma in stadio avanzato.

Perché è importante

  • Le evidenze indicano che la TIL-ACT è un’opzione terapeutica fattibile.

Risultati principali

  • L’ORR aggregato complessivo era del 41% (IC 95%: 35%–48%) e il tasso di risposta completa (complete response rate, CRR) aggregato complessivo era del 12% (IC 95%: 7%–16%).
  • Nei pazienti trattati anche con IL-2 ad alto dosaggio l’ORR era del 43% (IC 95%: 36%–50%) e il CRR era del 14% (IC 95%: 7%-20%).
  • Nei pazienti trattati anche con IL-2 a basso dosaggio l’ORR era del 35% (IC 95%: 25%–45%) e il CRR era del 7% (IC 95%: 1%–12%).
  • Nel gruppo trattato con IL-2 ad alto dosaggio, 27 dei 28 pazienti che hanno ottenuto una risposta completa sono rimasti in remissione durante un follow-up mediano di 40 mesi.
  • Un numero maggiore di cellule infuse era associato a migliore risposta (P
  • La TIL-ACT era associata a un ORR migliore rispetto a ipilimumab/nivolumab dopo il fallimento della terapia con agenti anti-PD-1 (P=0,043).

Disegno dello studio

  • Metanalisi di 13 studi che hanno valutato la TIL-ACT in 410 pazienti; 332 hanno ricevuto anche IL-2 ad alto dosaggio e 78 pazienti IL-2 a basso dosaggio.
  • Finanziamento: Ludwig Institute for Cancer Research, Università di Losanna, CHUV.

Limiti

  • Assenza di dati a livello del paziente.