Melanoma: non c’è associazione tra l’intervallo resezione-recidiva e la sopravvivenza


  • Elena Riboldi — Agenzia Zoe
  • Sintesi della letteratura
L'accesso ai contenuti di questo sito è riservato agli operatori del settore sanitario italiano L'accesso ai contenuti di questo sito è riservato agli operatori del settore sanitario italiano

Messaggi chiave

  • In una coorte di pazienti adulti con melanoma non resecabile allo stadio III-IV non si osserva nessuna relazione tra il tempo intercorso tra resezione del tumore primario e la prima recidiva a distanza e la sopravvivenza libera da malattia (PFS) o la sopravvivenza complessiva (OS).

 

Descrizione dello studio

  • Sono stati analizzati i dati relativi a 638 partecipanti dello studio prospettico francese MelBase (follow-up di pazienti con melanoma non resecabile allo stadio III o IV).
  • Sono stati determinati l’intervallo temporale tra la resezione del tumore primario e la prima recidiva a distanza (intervallo resezione-recidiva), la PFS e l’OS.
  • Mediante regressione di Cox è stata valutata l’esistenza di un’associazione tra l’intervallo resezione-recidiva e la sopravvivenza.
  • L’intervallo temporale è stato analizzato sia come variabile continua che come variabile categorica (24 mesi).
  • Fonti di finanziamento: French National Cancer Institute e contributo non condizionato di BMS, MSD, Novartis, Roche.

 

Risultati principali

  • L’intervallo mediano tra la resezione del tumore primario e la prima recidiva a distanza era 25 mesi (IQR 12-55 mesi).
  • Non si evidenziava un’associazione tra l’intervallo resezione-recidiva e la PFS (variabile continua: HR 0,99 [IC 95% 0,99-1,01); variabile categorica 12-24 mesi: HR 0,75 [0,56-1,02]; variabile categorica >24 mesi HR 0,62 [0,47-1,01]).
  • Non si evidenziava un’associazione tra l’intervallo resezione-recidiva e l’OS (variabile continua: HR 0,99 [95%CI 0,98-1,02); variabile categorica 12-24 mesi: HR 0,76 [0,54-1,07]; variabile categorica >24 mesi HR 0,61 [0,54-1,013]).
  • I risultati rimanevano non significativi dopo stratificazione per trattamento.

 

Limiti dello studio

  • I dati sulla resezione del tumore primario sono stati raccolti in modo retrospettivo.

 

Perché è importante

  • L’esistenza di un’associazione tra l’intervallo resezione-recidiva e sopravvivenza è materia di dibattito.
  • Potere predire il corso del melanoma metastatico sarebbe utile nella scelta del programma terapeutico.