Melanoma mucosale: un marcatore infiammatorio è predittivo della prognosi

  • Wang Y & al.
  • Front Oncol
  • 01/01/2019

  • Brian Richardson, PhD
  • Univadis Clinical Summaries
L'accesso ai contenuti di questo sito è riservato agli operatori del settore sanitario italiano L'accesso ai contenuti di questo sito è riservato agli operatori del settore sanitario italiano

Conclusioni

  • Il rapporto linfociti/monociti (lymphocyte-to-monocyte ratio, LMR) è associato alla sopravvivenza complessiva (overall survival, OS) dei pazienti con melanoma mucosale.

Perché è importante

  • I marcatori infiammatori hanno dimostrato un valore prognostico in diversi tipi di tumore, ma i dati sul loro ruolo nel melanoma mucosale sono limitati.

Risultati principali

  • La OS mediana era di 515,00 giorni; la sopravvivenza libera da progressione (progression-free survival, PFS) mediana era di 476,50 giorni.
  • Un LMR >7,38 era associato a una OS migliore nell’analisi multivariata (HR: 0,113; P=0,026).
  • Anche il trattamento chirurgico era associato a una OS migliore nell’analisi multivariata (HR: 0,166; P=0,031).
  • Altri marcatori infiammatori (rapporto neutrofili/linfociti e rapporto piastrine/linfociti) non sono risultati associati in modo significativo agli esiti nell’analisi multivariata.

Disegno dello studio

  • In 40 pazienti con melanoma mucosale sono state analizzate le associazioni tra marcatori infiammatori, modalità terapeutica ed esiti.
  • Finanziamento: Key Research and Development Program della Provincia di Sichuan.

Limiti

  • Studio retrospettivo.