Melanoma: la PET/TC con 18F-FDG è predittiva della risposta all’immunoterapia secondo uno studio francese

  • Amrane K & al.
  • Medicine (Baltimore)
  • 01/07/2019

  • Brian Richardson, PhD
  • Univadis Clinical Summaries
L'accesso ai contenuti di questo sito è riservato agli operatori del settore sanitario italiano L'accesso ai contenuti di questo sito è riservato agli operatori del settore sanitario italiano

Conclusioni

  • Secondo uno studio retrospettivo, criteri morfologici e funzionali nella tomografia a emissione di positroni (positron emission tomography, PET)/tomografia computerizzata (TC) con 18F-fluorodeossiglucosio (FDG) sono associati alla risposta clinica dei pazienti affetti da melanoma in stadio avanzato trattati con immunoterapia.

Perché è importante

  • Prevedere la risposta alla terapia può aiutare a ottimizzare la gestione dei pazienti.

Risultati principali

  • La sopravvivenza libera da progressione (progression-free survival, PFS) mediana era di 29,62 mesi e la sopravvivenza complessiva (overall survival, OS) mediana era di 36,62 mesi.
  • La risposta al trattamento osservata alla PET/TC con 18F-FDG era associata in modo significativo alla PFS usando i criteri morfologici RECIST 1.1 e iRECIST (rispettivamente P=0,001 e P
  • La risposta al trattamento osservata alla PET/TC con 18F-FDG era associata in modo significativo alla OS usando i criteri RECIST 1,1 (P=0,005), iRECIST (P

Disegno dello studio

  • Trentasette pazienti con melanoma cutaneo metastatico non operabile trattati con immunoterapia (4 cicli di ipilimumab e pembrolizumab, 6 cicli di nivolumab) sono stati analizzati mediante PET/TC con 18F-FDG.
  • Finanziamento: nessuno rivelato.

Limiti

  • Studio retrospettivo.
  • Campione di pazienti di piccole dimensioni.