Melanoma: la categoria T1b ridefinita può determinare un eccesso di SLNB

  • Egger ME & al.
  • J Am Coll Surg
  • 17/01/2019

  • Brian Richardson, PhD
  • Univadis Clinical Summaries
L'accesso ai contenuti di questo sito è riservato agli operatori del settore sanitario italiano L'accesso ai contenuti di questo sito è riservato agli operatori del settore sanitario italiano

Conclusioni

  • L’analisi del National Cancer Database suggerisce che >50% dei pazienti con melanoma in stadio T1b secondo l’ottava edizione del sistema di stadiazione dell’American Joint Committee on Cancer (AJCC) presenta un rischio

Perché è importante

  • Nell’ottava edizione la categoria T1b è stata ridefinita esclusivamente sulla base di spessore e ulcerazione.
  • Il nuovo sistema può portare a un uso eccessivo della SLNB, raccomandata dalle linee guida del National Comprehensive Cancer Network per tutti i melanomi T1b.

Risultati principali

  • Tasso complessivo di SLN positivi del 5,1%.
  • I pazienti con 2 e quelli con tasso mitotico ≥1/mm2, età >56 anni e spessore di 0,8–0,9 mm presentavano un basso rischio di metastasi nel SLN (rispettivamente 3,0% [IC 95%: 2,3%–3,8%] e 3,7% [IC 95%: 2,8%–4,8%]).
    • Questi 2 gruppi rappresentavano il 55% dei melanomi in stadio T1b non ulcerati.
  • Età ≤56 anni (OR: 1,74; IC 95%: 1,38–2,17), spessore 1,0 rispetto a 0,8–0,9 mm (OR: 1,36; IC 95%: 1,09–1,70), sesso femminile (OR: 1,36; IC 95%: 1,09–1,69) e tasso mitotico ≥1/mm2 (OR: 2,01; IC 95%: 1,54–2,64) erano associati al rischio di SLNB positiva.

Disegno dello studio

  • Sono stati inclusi 6.894 pazienti con melanoma in stadio T1b senza ulcerazione secondo l’ottava edizione del sistema AJCC sottoposti a SLNB.
  • Finanziamento: nessuno rivelato.

Limiti

  • Uso di un database che non include alcune informazioni specifiche.