Melanoma in stadio avanzato: un alto consumo di fibre può migliorare la risposta all’immunoterapia e gli esiti

  • Spencer CN & al.
  • Science

  • Univadis
  • Notizie di oncologia
L'accesso ai contenuti di questo sito è riservato agli operatori del settore sanitario italiano L'accesso ai contenuti di questo sito è riservato agli operatori del settore sanitario italiano

Conclusioni

  • Una dieta ricca di fibre può migliorare la risposta al trattamento con inibitori del checkpoint immunitario, mentre i probiotici possono ridurre la loro efficacia nei pazienti affetti da melanoma in stadio avanzato.

Perché è importante

  • Studi precedenti suggeriscono che il microbioma può potenzialmente influenzare la risposta all’immunoterapia dei pazienti.

Disegno dello studio

  • Sono stati valutati i profili del microbiota fecale e le abitudini alimentari, tra cui il consumo di fibre e l’uso di probiotici, di 158 pazienti affetti da melanoma in stadio avanzato trattati con inibitori del blocco del checkpoint immunitario.
  • Finanziamento: Melanoma Moon Shot e altri.

Risultati principali

  • Il 31% dei pazienti ha riferito di aver assunto un probiotico disponibile in commercio nel mese precedente. 
  • È stata osservata una sopravvivenza libera da progressione (progression-free survival, PFS) inferiore nei pazienti che avevano assunto un probiotico rispetto a quelli che non lo avevano assunto (17 vs. 23 mesi), ma la differenza non era statisticamente significativa.
  • Nel sottogruppo di pazienti che hanno riferito un consumo di fibre, 37 pazienti con un consumo di fibre più elevato hanno evidenziato un miglioramento significativo della PFS rispetto a 91 pazienti con un basso consumo di fibre (PFS mediana non raggiunta vs. 13 mesi).
  • Ogni aumento di 5 g del consumo giornaliero di fibre alimentari ha ridotto il rischio di progressione della malattia del 30%.
  • Valutando il consumo di fibre e probiotici congiuntamente, il tasso di risposta all’immunoterapia è risultato dell’82% nei pazienti con un consumo di fibre sufficiente che non usavano probiotici rispetto al 59% nei pazienti con un consumo di fibre insufficiente o che usavano probiotici.

Limiti

  • Campione di piccole dimensioni.
  • Disegno osservazionale.