Medici famiglia Fimmg: 'Bene road map Meloni per cure territorio'

  • Univadis
  • Attualità mediche
L'accesso ai contenuti di questo sito è riservato agli operatori del settore sanitario italiano L'accesso ai contenuti di questo sito è riservato agli operatori del settore sanitario italiano

Roma, 27 ott. (Adnkronos Salute) - "Condividiamo la road map tracciata dal presidente del Consiglio, Giorgia Meloni, sull’esigenza di valorizzare la prossimità nell'assistenza e riportare la sanità verso i territori. Ancor più quando, giustamente, si sottolinea l’esigenza di valorizzare il ruolo dei medici di medicina generale". Così Silvestro Scotti, segretario generale della Federazione italiana medici di medicina generale (Fimmg), commenta le parole della premier in tema si sanità, pronunciate ieri al Senato, e auspica "una celere convocazione da parte del ministro della Salute, Orazio Schillaci, per presentargli le proposte della medicina generale".

"Potremmo avviare - continua Scotti - un confronto costruttivo che è ormai indispensabile per sostenere il Servizio sanitario nazionale, a partire dal modello sostenuto dal presidente Meloni. Siamo infatti convinti - prosegue il segretario generale Fimmg - che la posizione espressa, e da sempre sostenuta anche durante il precedente governo da autorevoli rappresentanti di Fratelli d’Italia come gli onorevoli Marcello Gemmato e Marta Schifone e il senatore Francesco Zaffini, indichi la strada giusta".

Scotti evidenzia, infine, che proprio il recupero della prossimità e la valorizzazione della medicina generale sono le condizioni essenziali per realizzare una riforma che parta dalla base del servizio territoriale, da medici di medicina generale, pediatri di libera scelta e specialisti ambulatoriali, che più di tutti conoscono il contesto e possono rappresentare la percezione dei cittadini-pazienti rispetto all’offerta di cure e al loro miglioramento. "Già la prossima Legge di Bilancio - conclude Scotti - dovrebbe rafforzare la prossimità, la fiduciarietà e l’integrazione tra i professionisti che sono parte della comunità di cura organizzata per i diversi territori del nostro Paese da medici e farmacisti".