Medici e falso ideologico


  • Politica e sanità - VDA Net
L'accesso ai contenuti di questo sito è riservato agli operatori del settore sanitario italiano L'accesso ai contenuti di questo sito è riservato agli operatori del settore sanitario italiano

FNOMCeO

Medici e falso ideologico

Cassazione Penale Sentenza n. 14681/19 – Medici e falso ideologico  –  C. A., medico in quiescenza, aveva utilizzato le ricette del SSN intestate al dottor G.G., originario coimputato, recanti il timbro di questi e la sottoscrizione, apposta con sigla illeggibile, del dottor C.. Secondo gli arresti della giurisprudenza di legittimità tale condotta integra il reato di falso ideologico in atto pubblico commesso da privato ex artt. 479 – 482 / cod. pen., poiché in tal modo si ingenera la falsa rappresentazione della riconducibilità al medico convenzionato delle visite e delle conseguenti prescrizioni. Né, in tal caso, è prospettabile l’innocuità del falso in relazione alla asserita inidoneità a trarre in errore i pazienti che ben conoscono il proprio medico. Detti atti infatti svolgono una generale funzione attestativa (non rivolta al singolo paziente), la quale comprende anche i necessari presupposti di fatto della realtà documentata, in virtù della quale rileva – nel giudizio sulla concreta offensività della condotta nei confronti del bene della fede pubblica – l’indicazione dell’identità fisica del medico responsabile delle prescrizioni, avuto anche riguardo ad eventuali contestazioni in ordine all’operato del sanitario.

Autore: Marcello Fontana - Ufficio Legislativo FNOMCeO

- Continua a leggere scaricando il documento completo in formato PDF
- Riproduzione Riservata