Medici Cimo, rialzo casi? 'Libera tutti crea problemi, preoccupati'

  • Univadis
  • Adnkronos Sanità
L'accesso ai contenuti di questo sito è riservato agli operatori del settore sanitario italiano L'accesso ai contenuti di questo sito è riservato agli operatori del settore sanitario italiano

Roma, 20 giu. (Adnkronos Salute) - "Ormai sappiamo che con il Covid bisogna convivere ma per fare questo serve una costante cautela e rispetto delle precauzioni. Invece "il 'libera tutti'", con l'abolizione di molte misure anti-coronavirus "sta creando problemi, e se finora si parlava di ondate invernali o autunnali, in questi giorni abbiamo la chiara dimostrazione che, nonostante l'estate, la diffusione del virus e delle sue varianti c'è ed è elevata". Così Guido Quici, presidente del sindacato dei medici Federazione Cimo-Fesmed, che, parlando all'Adnkronos Salute, prevede: "Se aumenta ancora la diffusione del virus nelle prossime settimane e aumenta la possibilità di ricorso in ospedale avremo un ulteriore colpo alla tenuta del sistema", già provato da carenze di organico e problemi di 'dinamicità' organizzativa degli ospedali.

"Rispetto a due anni fa il numero dei medici tende addirittura a diminuire non solo per i pensionamenti ma perché c'è una fuga dagli ospedali, anche da parte dei giovani, ed è notorio l'allarme di questo ultimo periodo nei Pronto soccorso", ricorda. "L'altro aspetto di criticità è che gli ospedali sono talmente poco dinamici nel riconvertire che continuano a conservare i posti letto Covid vuoti, mentre i Pronto soccorso scoppiano. In passato ampliare il numero di posti letto Covid serviva, molto spesso, a sfuggire all'avanzamento dei 'colori' delle Regioni. Oggi questo sistema non c'è più, per fortuna, ma sono rimasti molti posti Covid, con personale dedicato che magari non ha molto da fare".

Tutto questo - prosegue Quici "al di là delle tante riforme in cantiere, che io chiamo 'piano di distrazione di massa' perché distraggono l'utente facendo credere che ci sarà una riforma che di fatto non c'è".