Malattie infiammatorie intestinali, la diagnosi in giovane età ha pesanti effetti sulla psiche


  • Elena Riboldi — Agenzia Zoe
  • Sintesi della letteratura
L'accesso ai contenuti di questo sito è riservato agli operatori del settore sanitario italiano L'accesso ai contenuti di questo sito è riservato agli operatori del settore sanitario italiano

Messaggi chiave

  • Gli individui che ricevono una diagnosi di malattia infiammatoria cronica dell’intestino (MICI) in età giovanile hanno una probabilità del 60% più alta di manifestare disturbi psichiatrici e del 40% più alta di tentare il suicidio rispetto ai controlli di popolazione.
  • Nelle MICI a insorgenza giovanile andrebbe considerata un’assistenza psicologica a lungo termine.

 

Descrizione dello studio

  • Sono stati analizzati i registri svedesi (servizio sanitario e popolazione).
  • Sono stati identificati 6.464 individui di età
  • Sono stati confrontati con 323.000 controlli selezionati nella popolazione generale (match per sesso, anno di nascita e area di residenza) e 6.999 fratelli/sorelle senza MICI.
  • L’esito primario era rappresentato da un disturbo psichiatrico e dal tentativo di suicidio.
  • Fonti di finanziamento: Swedish Research Council, Stockholm County Council, Karolinska Institutet e altre organizzazioni non-profit.

 

Risultati principali

  • L’età media alla diagnosi era 13±4 anni.
  • Durante il follow-up (mediana 9 anni), 1.117 pazienti con MICI (17,3%) hanno avuto una diagnosi di disturbo psichiatrico (17,1 casi per 1.000 anni-persona) contro 38.044 controlli (11,8%; 11,2 casi per 1.000 anni-persona; HR 1,6; IC 95% 1,5-1,7).
  • Le MICI erano significativamente associate a tentativo di suicidio (HR 1,4; IC 95% 1,2-1,7), disturbi dell’umore (HR 1,6; 1,4-1,7), ansia (HR 1,4; 1,1-1,8), disturbo da deficit di attenzione /iperattività (HR 1,2; 1,1-1,4) e disordini dello spetto autistico (HR 1,4; 1,1-1,7).
  • I risultati erano simili nei due sessi.
  • Gli HR per tutti i disturbi psichiatrici erano più alti nel primo anno di follow-up, ma erano ancora significativi dopo più di 5 anni.
  • I disturbi psichiatrici erano particolarmente comuni nei pazienti con diagnosi molto precoce (
  • I risultati sono stati confermati nel confronto con fratelli/sorelle, con stime simili per disturbi psichiatrici (HR 1,6; IC 95% 1,5-1,8) e tentativo di suicidio (HR 1,7; 1,2-2,3).

 

Perché è importante

  • Le MICI sono state associate a disturbi psichiatrici nell’adulto; le MICI a insorgenza infantile hanno in genere un corso più severo che nell’adulto.
  • Lo studio evidenzia il pesante impatto della malattia sulla psiche dei giovani pazienti e suggerisce le condizioni di maggiore vulnerabilità (diagnosi prima dei 6 anni, primo anno dopo la diagnosi, familiarità per i disturbi psichiatrici).
  • Questi pazienti dovrebbero ricevere un adeguato supporto psicologico.