Lorenzin, spendere 5% Fondo in prevenzione


  • Adnkronos Sanità
L'accesso ai contenuti di questo sito è riservato agli operatori del settore sanitario italiano L'accesso ai contenuti di questo sito è riservato agli operatori del settore sanitario italiano

Roma, 13 mar. (AdnKronos Salute) - "Abbiamo previsto e auspicato che si arrivi al 5% del Fondo sanitario da riservare alla prevenzione, e che siano investimenti fatti in modo armonioso, tenendo conto delle specificità di ogni territorio, ma con una visione generale dell'andamento epidemiologico del Paese. Ogni euro investito in prevenzione consente di risparmiarne 10 in trattamenti e cure". A sottolinearlo, partecipando a un convegno della Società italiana di urologia (Siu) oggi a Roma, il ministro della Salute, Beatrice Lorenzin.

"Abbiamo puntato molto sugli stili di vita - ricorda - per la prevenzione primaria, per accrescere la percezione del rischio e l'attenzione al comportamento, che poi ci aiuta nella prevenzione". Nel particolare, si è puntato anche alla salute riproduttiva, "con un Quaderno compilato da un gruppo di esperti multidisciplinari. Ed è emerso molto forte il tema della prevenzione delle malattie sessualmente trasmesse, con il fatto che gli uomini hanno culturalmente un approccio molto diverso dalle donne che vanno dal ginecologo fin da prima mestruazione. Gli uomini tendono a sfuggire dai medici e quando escono dall'età pediatrica rischiano di non avere più un rapporto con uno specialista per molti anni".

Per il ministro "occorre dunque prevedere investimenti omogenei in tutte le Regioni e fare entrare certe abitudini di prevenzione nella vita delle persone".