Lopalco, 'preoccupa adesione quarta dose, medici famiglia possono molto'

  • Univadis
  • Adnkronos Sanità
L'accesso ai contenuti di questo sito è riservato agli operatori del settore sanitario italiano L'accesso ai contenuti di questo sito è riservato agli operatori del settore sanitario italiano

Roma, 11 apr. (Adnkronos Salute) - "Temo e mi preoccupa la scarsa adesione alla quarta dose del vaccino anti Covid, soprattutto considerando che perfino la terza dose non ha raggiunto ancora i livelli sperati". Lo spiega all'Adnkronos Salute l'epidemiologo Pier Luigi Lopalco, docente di Igiene all'Università del Salento che concorda con la preoccupazione espressa, nei giorni scorsi, dalla Federazione dei medici di medicina generale (Fimmg) sul rischio di un autunno particolarmente pesante sul fronte pandemico proprio per la scarsa adesione alla quarta dose, unita alla riduzione della protezione vaccinale nelle categorie per le quali al momento non è indicato il secondo booster.

"Il fatto che i medici di famiglia abbiano così chiaro che una scarsa adesione potrebbe portare ad un 'autunno caldo' mi conforta. Credo che solo il loro intervento possa ottimizzare l'adesione ai richiami vaccinali. Dei pazienti che hanno bisogno della quarta dose, i medici infatti hanno nome e cognome: solo con l'offerta attiva ed individuale e una corretta comunicazione si possono ottenere i risultati sperati", conclude.