Lombardia, da Regione 23 mln per sicurezza sul lavoro

  • Univadis
  • Attualità mediche
L'accesso ai contenuti di questo sito è riservato agli operatori del settore sanitario italiano L'accesso ai contenuti di questo sito è riservato agli operatori del settore sanitario italiano

Milano, 3 ago. (Adnkronos Salute) - La Lombardia investire 23 milioni di euro per la tutela della salute e della sicurezza nei luoghi di lavoro. Il Piano regionale, previsto per il triennio 2022-2025, è stato approvato oggi su iniziativa della vicepresidente e assessore al Welfare, Letizia Moratti, e da Guido Guidesi e Giovanni De Corato, rispettivamente assessore allo Sviluppo economico e assessore alla Sicurezza. "Il piano - sottolinea Moratti - certifica il forte impegno di Regione Lombardia su un tema cruciale come la sicurezza nei luoghi di lavoro".

All'interno dei 23 milioni stanziati dalla Regione, 5 saranno dedicati all'assunzione di 100 medici del lavoro, tecnici della prevenzione, assistenti sanitarie, chimici, fisici, ingegneri, statistici e psicologi. Figure professionali in grado di potenziare le attività di sorveglianza, prevenzione e formazione sui luoghi di lavoro e non solo, spiega una nota di Palazzo Lombardia. Le restanti risorse andranno a sostenere varie iniziative, tra cui una maggiore sorveglianza epidemiologica di rischi e danni associati a esposizioni professionali, attività di promozione della salute e della sicurezza negli ambienti di lavoro, un maggiore supporto delle attività del Servizio prevenzione sicurezza ambienti di lavoro e attività di formazione su salute e della sicurezza negli ambienti di lavoro.

"I contenuti del Piano regionale", conclude Moratti, si inseriscono "in un percorso articolato e sinergico attraverso il quale abbiamo strutturato un modello proattivo di intervento che coniuga assistenza e vigilanza".