Lombardia, ambulatori aperti di sera, in pomeriggi prefestivi e nei festivi

  • Univadis
  • Attualità mediche
L'accesso ai contenuti di questo sito è riservato agli operatori del settore sanitario italiano L'accesso ai contenuti di questo sito è riservato agli operatori del settore sanitario italiano

Milano, 12 apr. (Adnkronos Salute) - Dal primo maggio tutte le aziende sanitarie pubbliche (Asst/Irccs) della Lombardia dovranno garantire prestazioni anche nella fascia serale (dalle 20 alle 24) dal lunedì al venerdì, nei pomeriggi dei giorni prefestivi e nei giorni festivi. Lo prevede una delibera approvata dalla Giunta regionale su proposta della vicepresidente e assessore al Welfare, Letizia Moratti, che avvia una sperimentazione di 12 mesi. Si parte dalla diagnostica per immagini, relativamente a esami come Tac, risonanza magnetica e mammografia. Nulla cambia per i cittadini che dovranno pagare soltanto il ticket, se dovuto, precisa una nota della Regione.

"Anche questo importante provvedimento rientra nel più ampio progetto di riduzione delle liste d'attesa, fortemente voluto da Regione Lombardia - afferma Moratti - La fase sperimentale di 12 mesi potrà certamente estendersi, così come estenderemo la tipologia di prestazioni erogate dalle aziende sanitarie".