Lo iodio radioattivo è utilizzato eccessivamente nel tumore tiroideo a basso rischio

  • Moten AS & al.
  • Surg Oncol
  • 01/06/2019

  • Brian Richardson, PhD
  • Univadis Clinical Summaries
L'accesso ai contenuti di questo sito è riservato agli operatori del settore sanitario italiano L'accesso ai contenuti di questo sito è riservato agli operatori del settore sanitario italiano

Conclusioni

  • Età, sesso, razza, stato assicurativo ed entità del trattamento chirurgico sono associati ad ablazione post-chirurgica con iodio radioattivo (radioactive iodine, RAI) dei pazienti affetti da tumore papillare della tiroide (papillary thyroid cancer, PTC) a basso rischio.

Perché è importante

  • L’uso post-chirurgico di RAI non è indicato nei pazienti a basso rischio secondo le linee guida dell’American Thyroid Association (ATA).

Risultati principali

  • Il 25% dei pazienti con PTC a basso rischio aveva ricevuto RAI.
  • Fattori di rischio di trattamento post-chirurgico con RAI nel PTC a basso rischio:
    • età
    • sesso maschile (OR: 1,191; IC 95%: 1,086–1,305);
    • razza ispanica (OR: 1,236; IC 95%: 1,110–1,376) o asiatica (OR: 1,306; IC 95%: 1,159–1,473);
    • numero di linfonodi prelevati (OR: 1,090; IC 95%: 1,003–1,184 per 1–3; OR: 1,243; IC 95%: 1,119–1,381 per ≥4);
    • tiroidectomia totale/quasi totale (OR: 5,823; IC 95%: 5,036–6,734).
  • Razza nera (OR: 0,851; IC 95%: 0,733–0,987) e stato assicurativo sconosciuto (OR: 0,503; IC 95%: 0,374–0,676) erano inversamente associati a trattamento post-chirurgico con RAI dei pazienti con PTC a basso rischio.

Disegno dello studio

  • Sono stati analizzati i fattori associati all’uso post-chirurgico di RAI di 32.229 pazienti con PTC, il 53,6% dei quali classificato a basso rischio (stadio T1 senza metastasi).
  • Finanziamento: nessuno.

Limiti

  • Studio retrospettivo di un ampio database.