LMA: la terapia aggiuntiva con nivolumab è sicura ed efficace con la terapia di induzione standard

  • Ravandi F, et al.
  • Lancet Haematol.
  • 07/08/2019

  • David Reilly
  • Univadis Clinical Summaries
L'accesso ai contenuti di questo sito è riservato agli operatori del settore sanitario italiano L'accesso ai contenuti di questo sito è riservato agli operatori del settore sanitario italiano

Conclusioni

  • L’aggiunta di nivolumab alla terapia di induzione con idarubicina + citarabina è sicura nei pazienti più giovani affetti da leucemia mieloide acuta (LMA) o sindromi mielodisplastiche (myelodysplastic syndrome, MDS) ad alto rischio di nuova diagnosi; la sopravvivenza complessiva (overall survival, OS) e la sopravvivenza libera da eventi (event-free survival, EFS) mediane non sono state raggiunte nei pazienti sottoposti successivamente a trapianto allogenico di cellule staminali (allogeneic stem cell transplantation, allo-SCT).

Perché è importante

  • Circa il 30%–50% dei pazienti ha ottenuto sopravvivenza libera da malattia (disease-free survival, DFS) a lungo termine con terapia di induzione a base di antraciclina + citarabina.

Disegno dello studio

  • Studio di fase 2 per esaminare l’aggiunta di nivolumab alla terapia di induzione con idarubicina + citarabina in 44 pazienti con LMA o MDS ad alto rischio di nuova diagnosi.
  • L’età mediana dei pazienti era di 54 anni (intervallo: 26–66 anni); il 5% dei pazienti aveva MDS ad alto rischio.   
  • Finanziamento: BMS Pharmaceuticals, MD Anderson Cancer Center, National Cancer Institute, Charif Souki Cancer Research Fund.

Risultati principali

  • La EFS mediana non è stata raggiunta (NR; IC 95%: 7,93–NR) dopo 17,25 mesi (intervallo interquartile [interquartile range, IQR]: 0,50–30,40 mesi) di follow-up mediano.
  • OS mediana di 18,54 mesi (IC 95%: 10,81–28,81 mesi).
  • Sopravvivenza libera da recidiva mediana di 18,54 mesi (IC 95%: 8,20–23,22 mesi) in 34 responder.
  • In 19 pazienti (43%) sottoposti ad allo-SCT:
    • OS mediana di 25 mesi (IC 95%: 1–26 mesi);
    • EFS mediana non raggiunta (IC 95%: 10,61–NR).
  • Eventi avversi di grado 3–4 più comuni: diarrea (16%) e neutropenia febbrile (32%).

Limiti

  • Campione di dimensioni limitate.