LMA ad alto rischio: il regime FLAG+/-Ida è migliore del regime 7+3 come terapia di induzione

  • Leukemia Res
  • 14/02/2020

  • Pavankumar Kamat
  • Univadis Clinical Summaries
L'accesso ai contenuti di questo sito è riservato agli operatori del settore sanitario italiano L'accesso ai contenuti di questo sito è riservato agli operatori del settore sanitario italiano

Conclusioni

  • Fludarabina e citarabina ad alto dosaggio, con fattore stimolante le colonie di granulociti e con o senza idarubicina (FLAG+/-Ida), offrono un regime di induzione più efficace per i pazienti con leucemia mielogena acuta (LMA) a rischio sfavorevole rispetto al trattamento standard 7+3 (citarabina più antraciclina). 

Perché è importante

  • FLAG+/-Ida è usato più comunemente come regime di salvataggio per la LMA recidivante/refrattaria, ma è stato scarsamente utilizzato per l’induzione iniziale.

Disegno dello studio

  • Analisi retrospettiva di pazienti con LMA a rischio sfavorevole che hanno ricevuto trattamento di induzione iniziale con il regime FLAG+/-Ida (n=218) o 7+3 (n=86).
  • Finanziamento: nessuno.

Risultati principali

  • Rispetto al gruppo trattato con il regime 7+3, il gruppo trattato con FLAG+/-Ida presentava:
    • maggiore probabilità di remissione dopo 1 ciclo di induzione,
      • 74% rispetto al 62% (P
    • tempo alla remissione completa (complete remission, CR) più breve, 
      • 30 rispetto a 37,5 giorni (P
    • tempo dalla diagnosi al trapianto di cellule emopoietiche (hematopoietic cell transplantation, HCT) allogenico con CR inferiore,
      • 115 rispetto a 151 giorni (P
    • migliore sopravvivenza complessiva (overall survival, OS) post-remissione a 3 anni,
      • 54% rispetto al 39% (P=0,01);
    • migliore sopravvivenza libera da malattia (disease-free survival, DFS) post-remissione a 3 anni,
      • 49% rispetto al 32% (P
  • I fattori associati alla sopravvivenza post-remissione erano età alla prima CR, rischio secondo il National Comprehensive Cancer Network, regime di induzione (FLAG+/-Ida vs. 7+3, HR=0,62; P=0,01) e ricevimento di HCT allogenico.

Limiti

  • La scelta del regime di induzione era a discrezione del medico curante.