Linfoma follicolare: la terapia di mantenimento con rituximab ottiene un beneficio in termini di PFS sostenuto a 9 anni

  • Bachy E & al.
  • J Clin Oncol
  • 24/07/2019

  • David Reilly
  • Univadis Clinical Summaries
L'accesso ai contenuti di questo sito è riservato agli operatori del settore sanitario italiano L'accesso ai contenuti di questo sito è riservato agli operatori del settore sanitario italiano

Conclusioni

  • Nel follow-up a lungo termine della sperimentazione PRIMA, i pazienti con linfoma follicolare (LF) precedentemente non trattato e un alto carico tumorale che hanno ricevuto terapia di mantenimento con rituximab dopo l’immunochemioterapia di induzione hanno continuato a mantenere una sopravvivenza libera da progressione (progression-free survival, PFS) dopo 9,0 anni (intervallo: 0,0–11,5 anni) di follow-up significativamente migliore rispetto all’osservazione.

Perché è importante

  • Lo studio PRIMA ha stabilito un periodo di 2 anni per il mantenimento con rituximab dopo l’immunochemioterapia di prima linea.

Disegno dello studio

  • Risultati della sperimentazione PRIMA dopo 9 anni di follow-up.
  • Lo studio PRIMA ha esaminato 2 anni di terapia di mantenimento con rituximab in pazienti con LF precedentemente non trattato e alto carico tumorale che avevano risposto all’immunochemioterapia di prima linea contenente rituximab.
  • Hanno completato l’induzione 1.018 pazienti; 505 sono stati quindi assegnati casualmente a terapia con rituximab e 513 a osservazione.
  • Consenso al follow-up esteso: gruppo rituximab (n=309), gruppo osservazionale (n=298).
  • Finanziamento: Lymphoma Study Association; F Hoffmann-La Roche; Biogen Idec.

Risultati principali

  • PFS mediana di 10,5 anni in caso di mantenimento con rituximab rispetto a 4,1 anni con l’osservazione (HR: 0,61; IC 95% IC: 0,52–0,73; P
  • PFS stimata a 10 anni del 51,1% in caso di mantenimento con rituximab rispetto al 35,0% con l’osservazione.
  • Il 24,4% dei pazienti ha sviluppato eventi avversi di grado 3–4 con rituximab rispetto al 16,9% con l’osservazione.

Limiti

  • Nonostante il miglioramento significativo della PFS in caso di terapia con rituximab, non è stata osservata alcuna differenza significativa in termini di sopravvivenza complessiva (overall survival, OS) tra i 2 gruppi nel follow-up a lungo termine.