Linfoma a cellule B: la PET di sorveglianza dopo il trapianto di cellule staminali può individuare la recidiva

  • Savani, M et al.
  • Biol Blood Marrow Transplant
  • 24/10/2019

  • David Reilly
  • Univadis Clinical Summaries
L'accesso ai contenuti di questo sito è riservato agli operatori del settore sanitario italiano L'accesso ai contenuti di questo sito è riservato agli operatori del settore sanitario italiano

Conclusioni

  • Secondo i ricercatori, nei pazienti con linfoma diffuso a grandi cellule B (diffuse large B-cell lymphoma, DLBCL) recidivante/refrattario (R/R), la tomografia a emissione di positroni (positron emission tomography, PET)/tomografia computerizzata (TC) con 18F-fluorodeossiglucosio (18F-FDG) di sorveglianza +100 giorni dopo il trapianto autologo di cellule emopoietiche (autologous hematopoietic cell transplantation, AHCT) evidenzia recidiva asintomatica in circa un terzo dei pazienti.
  • Un alto valore di captazione standardizzato massimo (maximum standardized uptake value, SUVmax) nella PET il giorno +100 è collegato a una sopravvivenza peggiore.

Perché è importante

  • PET/TC hanno già dimostrato un valore nell’identificazione dei pazienti con DLBCL ad alto rischio di fallimento del trattamento prima dell’AHCT e nella previsione degli esiti clinici a lungo termine.

Disegno dello studio

  • Studio volto a esaminare il valore della sorveglianza mediante PET/TC con 18F-FDG +100 giorni dopo l’AHCT in 91 pazienti affetti da DLBCL.
  • Età mediana al momento del trapianto di 60 anni (intervallo: 19–73 anni).
  • Tutti i pazienti sono stati sottoposti a PET/TC una mediana di 44 giorni (intervallo: 32–55 giorni) prima dell’AHCT.
  • Finanziamento: nessuno rivelato.

Risultati principali

  • Sono stati osservati 60 eventi di recidiva/progressione; il 35% è stato individuato mediante esami di diagnostica per immagini dopo +100 giorni.
  • Il 76% dei pazienti non lamentava sintomi B al momento della recidiva post-AHCT.
  • Rischio 4 volte maggiore di mortalità complessiva nei pazienti con punteggio di Deauville post-AHCT pari a 5 rispetto a 1 (HR: 4,10; IC 95%: 1,56–10,77; P≤0,01).
  • Il rischio di mortalità aumentava per ogni raddoppio dell’SUVmax (HR: 1,7; IC 95%: 1,3–2,3; P≤0,01).

Limiti

  • Analisi retrospettiva monocentrica.