LH pediatrico allo stadio iniziale: l’aggiunta di RT dopo la chemioterapia migliora la OS

  • Jhawar SR & al.
  • JAMA Oncol
  • 03/01/2019

  • Miriam Davis, PhD
  • Univadis Clinical Summaries
L'accesso ai contenuti di questo sito è riservato agli operatori del settore sanitario italiano L'accesso ai contenuti di questo sito è riservato agli operatori del settore sanitario italiano

Conclusioni

  • La terapia in modalità combinata (combined modality therapy, CMT) con chemioterapia seguita da radioterapia (RT) è associata a una sopravvivenza a 5 anni migliore rispetto alla sola chemioterapia nei bambini con linfoma di Hodgkin (LH) allo stadio iniziale.
  • Nonostante ciò, l’uso di CMT è diminuito del 24,8% rispetto al 2004 a causa di timori sulle sequele a lungo termine della RT.

Perché è importante

  • I risultati confermano l’uso di CMT come standard di cura o quantomeno come standard per le sperimentazioni cliniche.

Disegno dello studio

  • Coorte osservazionale retrospettiva (n=5.657) di pazienti pediatrici (età: 0,1–21 anni) con LH classico in stadio I o II del National Cancer Database statunitense.
  • Finanziamento: nessuno rivelato.

Risultati principali

  • Il follow-up mediano era di 5,1 anni.
  • La CMT era associata a una sopravvivenza complessiva (overall survival, OS) a 5 anni migliore (97,3% vs. 94,5% con sola chemioterapia), con un HR corretto (adjusted HR, aHR) nell’analisi multivariata di 0,57 (P
  • In base all’analisi della sensibilità, il beneficio massimo in termini di sopravvivenza della CMT è stato osservato negli adolescenti e nei giovani adulti (aHR: 0,47; P
  • Dal 2004 al 2015 l’uso di CMT è diminuito del 24,8% (dal 59,7% al 34,9%).

Limiti

  • Disegno retrospettivo osservazionale.
  • Non è stata esaminata la tossicità.