Leucemia mieloide acuta: l’interessamento cutaneo è indice prognostico negativo


  • Elena Riboldi — Agenzia Zoe
  • Sintesi della letteratura
L'accesso ai contenuti di questo sito è riservato agli operatori del settore sanitario italiano L'accesso ai contenuti di questo sito è riservato agli operatori del settore sanitario italiano

Messaggi chiave

  • I pazienti con leucemia mieloide acuta (LMA) che presentano leucemia della cute (leukemia cutis, LC) hanno una sopravvivenza complessiva e una sopravvivenza leucemia-specifica ridotte rispetto ai pazienti senza LC.
  • I pazienti con LMA che presentano LC potrebbero richiedere trattamenti più intensivi.

 

Descrizione dello studio

  • Lo studio ha incluso 1.683 pazienti con LMA diagnosticati tra il 2005 e il 2017 in un centro terziario di St. Louis (Missouri, USA).
  • Mediante propensity score i pazienti con LC sono stati appaiati (matched) con i pazienti senza LC sulla base di età, gruppo etnico, sesso e tipo di leucemia.
  • È stato usato il metodo di Kaplan-Meier per valutare differenze nella sopravvivenza.

 

Risultati principali

  • 78 pazienti della coorte presentavano LC confermata da biopsia.
  • 62 dei pazienti con LC sono stati appaiati a 186 pazienti senza LC (rapporto 1:3).
  • La sopravvivenza a 5 anni tra i pazienti con LC era 8,6%, quella dei pazienti senza LC 28,3%.
  • I pazienti con LC avevano un più alto rischio di morte per leucemia (HR 2,06; 95%CI 1,26-3,38; P=0,004) e di morte per ogni causa (HR 1,66; 1,06-2,60; P=0,03).
  • I pazienti con LC avevano una probabilità più alta di coinvolgimento extramidollare (OR 3,48; IC 95% 1,72-7,05; P

 

Limiti dello studio

  • È uno studio retrospettivo monocentrico.
  • È stata usata la classificazione Francese-Americana-Britannica (FAB), basata solo sulla morfologia, e non quella dell’OMS, che considera anche aspetti molecolari della LMA.

 

Perché è importante

  • La letteratura sulle manifestazioni extramidollari della leucemia è carente.
  • Alcuni studi, descrittivi e con una casistica limitata, hanno suggerito che i pazienti LMA che presentano manifestazioni cutanee hanno una prognosi sfavorevole.
  • Questo studio mostra che l’infiltrazione leucemica della cute si associa a una sopravvivenza più breve e suggerisce che andrebbero individuate strategie specifiche per questi pazienti che andrebbero monitorati attentamente.