Leucemia acuta: è arrivato il momento di concentrarsi maggiormente sull’esperienza terapeutica del paziente?

  • Shaulov A & al.
  • Support Care Cancer
  • 08/12/2018

  • David Reilly
  • Univadis Clinical Summaries
L'accesso ai contenuti di questo sito è riservato agli operatori del settore sanitario italiano L'accesso ai contenuti di questo sito è riservato agli operatori del settore sanitario italiano

Conclusioni

  • Persiste una necessità medica insoddisfatta significativa di una gestione efficace del dolore nei pazienti trattati con terapia di induzione per leucemia acuta (LA).

Perché è importante

  • Gli esiti in termini di sopravvivenza sono migliorati negli ultimi 3 decenni, ma si sa poco dei cambiamenti in termini di esperienza dei pazienti.

Disegno dello studio

  • Studio volto a esaminare prevalenza/caratteristiche del dolore in 318 pazienti sottoposti a terapia di induzione per LA.
  • Il 67,0% dei pazienti aveva leucemia mieloide acuta (LMA), il 10,0% leucemia promielocitica acuta (LPA), il 23% leucemia linfatica acuta (LLA).
  • Finanziamento: Canadian Institutes of Health Research, Canadian Cancer Society, Princess Margaret Cancer Foundation; University Health Network, Toronto.

Risultati principali

  • Il 49,2% dei pazienti ha riferito dolore.
  • Il dolore era associato a un’ampia gamma di sintomi psicologici.
  • Nell’analisi multivariabile il dolore grave era associato a:
    • età inferiore, OR=0,98; IC 95%: 0,96–0,996 (P=0,02);
    • basso punteggio dello stato di validità di Karnofsky (Karnofsky performance status, KPS), OR=0,96; IC 95%: 0,93–0,998 (P=0,04);
    • diagnosi di LLA rispetto a LMA/LPA, OR=2,05; IC 95%: 1,05–4,00 (P=0,04);
    • tempo maggiore dall’avvio della chemioterapia alla valutazione, OR=1,28; IC 95%: 1,02–1,61 (P=0,03).
  • Nei pazienti con dolore grave (n=55), le sedi principali includevano:
    • orofaringe, 40%;
    • testa, 21,8%;
    • addome, 20%;
    • apparato muscoloscheletrico, 16,4%;
    • retto, 9,1%.

Limiti

  • Campione di dimensioni limitate.