Le sigarette elettroniche battono i prodotti sostitutivi della nicotina


  • Roberta Villa — Agenzia Zoe
  • Sintesi della letteratura
L'accesso ai contenuti di questo sito è riservato agli operatori del settore sanitario italiano L'accesso ai contenuti di questo sito è riservato agli operatori del settore sanitario italiano

Messaggi chiave

  • A un anno dall’inizio del trattamento, la percentuale di persone che non ha ripreso a fumare dopo aver smesso grazie alle sigarette elettroniche (e-cig) (18%) è circa il doppio rispetto a chi ha usato prodotti sostitutivi della nicotina (SN) (9,9%).
  • Entrambi questi risultati si sono ottenuti col supporto di una terapia comportamentale.
  • L’80% dei pazienti assegnati alle e-cig dopo un anno ne faceva ancora uso, contro il 9% che ancora ricorreva a SN.  

Descrizione dello studio

  • Studio randomizzato in aperto su 886 pazienti che si erano rivolti a un centro antifumo del Servizio sanitario britannico, assegnati a ricevere SN a loro scelta, anche in combinazione, forniti per 3 mesi, o un kit di partenza di e-cig di seconda generazione con una ricarica alla concentrazione di 18 mg/mL di nicotina, a cui potevano sostituire in seguito gusti e concentrazioni di nicotina di loro gradimento.
  • Entrambi i gruppi hanno in aggiunta ricevuto un supporto comportamentale settimanale.
  • Outcome primario: tassi di astinenza prolungata a un anno, dichiarata dal paziente e dimostrata alla visita finale con livelli di monossido di carbonio
  • Outcome secondari: tassi di persone con astinenza o che avevano almeno dimezzato il numero di sigarette in fasi intermedie; sintomi respiratori e uso del trattamento a un anno.

Risultati principali

  • Tasso di astinenza a 1 anno nel gruppo e-cig vs SN: 18% vs 9,9% (RR 1,83 IC95% 1,30-2,58; P
  • A 1 anno usavano ancora il prodotto assegnato e-cig vs SN: 80% vs 9%.
  • Disturbi e-cig vs SN: irritazione alla gola 65,3% vs 51,2%; nausea 31,3% vs 37,9%.
  • Nel gruppo e-cig è stato riferito anche un maggior miglioramento nella tosse e nella quantità di catarro, mentre non si sono rilevate differenze significative su sibili o dispnea.  

Perché è importante

  • Il fumo è la prima causa di mortalità e morbidità evitabile al mondo, ma i tassi di successo nello smettere con i diversi metodi disponibili sono ancora insoddisfacenti.
  • Le sigarette elettroniche, sebbene non siano approvate come strumento per smettere di fumare, vengono spesso utilizzate a questo scopo.
  • Questo studio mostra una maggiore efficacia di questi dispositivi rispetto a quanto emerso da ricerche precedenti, ma il risultato è comunque insoddisfacente, perché a un anno riguarda meno di un fumatore su 5.
  • Il fatto che le sigarette elettroniche sembrano per o più sostituirsi al consumo di tabacco merita attenzione alla luce di possibili rischi legati alle sostanze contenute nei liquidi inalati.