Le reazioni avverse ad antipsicotici e antidepressivi hanno una diversa incidenza nel bambino e nell’adulto


  • Elena Riboldi — Agenzia Zoe
  • Sintesi della letteratura
L'accesso ai contenuti di questo sito è riservato agli operatori del settore sanitario italiano L'accesso ai contenuti di questo sito è riservato agli operatori del settore sanitario italiano

Messaggi chiave

  • Prendendo in esame 10 farmaci antipsicotici o antidepressivi usati con la stessa indicazione nell’adulto e nel bambino emerge che un terzo delle reazioni avverse ai farmaci ha un’incidenza diversa nel bambino e nell’adulto.
  • Quasi 2 reazioni avverse su 3 hanno un’incidenza più alta nei pazienti pediatrici rispetto a quelli adulti.
  • La sedazione è la reazione avversa ai farmaci associata all’uso antipsicotici atipici più rilevante nei pazienti pediatrici.

 

Descrizione dello studio

  • L’analisi ha riguardato le revisioni dell’FDA e i foglietti illustrativi dei farmaci approvati dall’FDA nel periodo 2007-2017 con un’indicazione relativa alla salute mentale in età pediatrica.
  • Sono stati presi in esame solo i farmaci che avevano la stessa indicazione nell’adulto e nel bambino.
  • Sono stati calcolate le differenze di rischio di reazioni avverse ai farmaci (RAF) tra bambini e adulti.

 

Risultati principali

  • I farmaci/combinazioni di farmaci presi in esame erano: aripiprazolo, duloxetina, paliperidone, lurasidone, escitalopram, risperidone, asenapina, quetiapina, olanzapina/fluoxetina, olanzapina.
  • Erano presenti 308 associazioni farmaco-RAF, di cui 113 (36,7%) con un’incidenza significativamente diversa nei due gruppi di pazienti.
  • 68 (60,2%) di queste RAF avevano un’incidenza più alta nei pazienti pediatrici che negli adulti.
  • Le RAF con le differenze di rischio più elevate nei bambini per la maggior parte dei farmaci considerati erano sedazione, infezioni del tratto respiratorio, dolore addominale e aumento di appetito.
  • Per 6 dei 10 farmaci o combinazioni di farmaci, l’incidenza della sedazione era più alta nei bambini, con una differenza di rischio che andava dal 9,6% al 36,6%.

 

Perché è importante

  • Il profilo di sicurezza è un elemento rilevante per la prescrizione di antipsicotici e antidepressivi in età pediatrica.
  • I programmi di farmacovigilanza e gli studi per lo sviluppo di nuovi farmaci nei pazienti pediatrici dovrebbero valutare gli effetti sul lungo periodo della diversa incidenza delle RAF nei bambini.