Le protesi testurizzate utilizzate per la ricostruzione sono legate a recidiva del tumore mammario

  • Lee KT & al.
  • JAMA Surg
  • 07/10/2020

  • Miriam Davis, PhD
  • Univadis Clinical Summaries
L'accesso ai contenuti di questo sito è riservato agli operatori del settore sanitario italiano L'accesso ai contenuti di questo sito è riservato agli operatori del settore sanitario italiano

Conclusioni

  • Le protesi mammarie testurizzate utilizzate per la ricostruzione nel tumore mammario sono associate a una sopravvivenza libera da malattia (disease-free survival, DFS) peggiore, ma non a una sopravvivenza libera da recidiva locale e regionale (local and regional recurrence-free survival, LRRFS) peggiore.

Perché è importante

  • I risultati devono essere replicati, ma suggeriscono che le protesi testurizzate sono collegate a un altro tumore oltre al linfoma anaplastico a grandi cellule associato alle protesi mammarie.
  • I chirurghi devono valutare l’uso preferenziale di protesi lisce.

Disegno dello studio

  • Studio di coorte retrospettivo sudcoreano (N=687) di pazienti sottoposte a impianto di una protesi mammaria liscia o testurizzata durante la ricostruzione mammaria.
  • Gli esiti primari erano la DFS e la LRRFS.
  • Finanziamento: nessuno rivelato.

Risultati principali

  • Le pazienti sono state seguite per una mediana di 52 mesi (intervallo, 31-106 mesi).
  • Il 39,9% della coorte ha ricevuto protesi lisce e il 60,1% ha ricevuto protesi testurizzate.
  • La LRRFS a 5 anni della coorte era del 96,7%.
  • Il tasso DFS a 5 anni era del 95,2%.
  • Le protesi testurizzate, rispetto a quelle lisce, sono risultate associate a una DFS peggiore dopo correzione per lo stato per il recettore degli estrogeni (estrogen receptor, ER) e lo stadio del tumore:
    • HR=3,054 (P=0,02).
  • Nell’analisi multivariata l’effetto è risultato simile tra pazienti con:
    • tumori ER+, HR=3,130 (P=0,04);
    • tumori invasivi, HR=3,044 (P=0,03).
  • L’effetto era maggiore nelle pazienti con tumori in stadio avanzato (stadio II o III):
    • HR=8,874 (P=0,04).
  • Non è stata osservata alcuna differenza tra gruppi in termini di LRRFS.

Limiti

  • Disegno retrospettivo osservazionale.
  • La durata del follow-up potrebbe non essere stata sufficiente per alcune partecipanti.