Le prime raccomandazioni dell’ESMO sul NGS multigene nella pratica clinica quotidiana


  • Kelli Whitlock Burton
  • Univadis Clinical Summaries
L'accesso ai contenuti di questo sito è riservato agli operatori del settore sanitario italiano L'accesso ai contenuti di questo sito è riservato agli operatori del settore sanitario italiano

Conclusioni

  • L’European Society for Medical Oncology (ESMO) ha pubblicato nuove raccomandazioni sull’uso del sequenziamento di prossima generazione (next-generation sequencing, NGS) dei tumori per vari tipi di tumore, compreso l’uso di routine in pazienti con tumore polmonare non a piccole cellule (non-small cell lung cancer, NSCLC), colangiocarcinoma, tumore prostatico e tumore ovarico.

Perché è importante

  • Si tratta della prima raccomandazione nota di una società scientifica sull’uso del NGS nella pratica clinica quotidiana.

Principali raccomandazioni

  • Valutare le alterazioni di livello I nell’adenocarcinoma polmonare, nel tumore prostatico e nel colangiocarcinoma.
  • Determinare le mutazioni somatiche di BRCA1/2 nel tumore ovarico.
  • Analizzare il carico mutazionale del tumore nei tumori della cervice, nei tumori neuroendocrini ben differenziati e moderatamente differenziati e nei tumori delle ghiandole salivari, tiroidei e vulvari.
  • Come alternativa alla PCR per i tumori del colon, purché non vi sia alcun costo aggiuntivo.
  • Può essere eseguito su RNA o DNA nei pazienti con adenocarcinoma polmonare se il pannello include fusioni di livello I.
  • I pannelli genetici più ampi possono essere utilizzati solo previ accordi specifici con le assicurazioni che includono il costo complessivo.
  • Attualmente non sono previste indicazioni per i tumori polmonari squamocellulari, mammari, gastrici, pancreatici o epatocellulari.
  • I centri di ricerca clinica devono utilizzare il NGS multigene per aumentare l’accesso a nuovi farmaci e incrementare il ritmo della ricerca.