Lavaggio eco-guidato per la tendinite calcifica della spalla: l’iniezione di steroidi serve?


  • Agenzia Zoe
  • Sintesi della letteratura
L'accesso ai contenuti di questo sito è riservato agli operatori del settore sanitario italiano L'accesso ai contenuti di questo sito è riservato agli operatori del settore sanitario italiano

Messaggi chiave

  • Nei pazienti sottoposti a lavaggio percutaneo ecoguidato (ultrasound-guided puncture and lavage, UGPL) per tendinite calcifica della cuffia dei rotatori, l’iniezione intrarticolare peri-procedurale di steroidi riduce il dolore nelle prime 6 settimane in misura significativamente maggiore del placebo.
  • Il trattamento con steroidi migliora la funzionalità della spalla nei 3 mesi successivi alla procedura.
  • I pazienti trattati con steroidi hanno un tasso di riassorbimento delle calcificazioni paragonabile a quello dei pazienti controllo.

 

Descrizione dello studio

  • Lo studio di non-inferiorità, in doppio-cieco, ha arruolato 132 pazienti con calcificazione sintomatica (>5mm) dei tendini della cuffia dei rotatori.
  • I pazienti sono stati randomizzati (1:1) per ricevere, alla fine della procedura di UGPL, mediante iniezione nella borsa subacromiale, prednisone (40 mg) o soluzione salina (1 ml, gruppo placebo).
  • L’esito primario era l’intensità massima del dolore nella settimana successiva alla procedura; il margine di non inferiorità è stato fissato in 10 mm sulla scala VAS (Visual Analogue Scale 0-100).
  • Il follow-up è stato di 12 mesi.
  • Fonte di finanziamento: Ministero Francese della Salute.

 

Risultati principali

  • L’intensità massima media del dolore nella prima settimana era 71,5 (IC 95% 63,9-79,2) nel gruppo placebo e 59,8 (52,2-67,4) nel gruppo trattato con steroidi.
  • La differenza è pari a 11,76 (IC 95% 3,78-19,75): il margine inferiore non raggiunge il valore prespecificato per la non-inferiorità della soluzione salina.
  • Il trattamento con prednisone ha ridotto il dolore a 7 giorni e a 6 settimane in misura significativamente maggiore rispetto alla soluzione salina (P
  • La funzionalità della spalla (valutata con DASH score) a 6 settimane e a 3 mesi era significativamente migliore nel gruppo trattato con steroidi.
  • Non è stata osservata nessuna differenza nell’evoluzione radiografica delle calcificazioni a 7 giorni, 3 mesi e 12 mesi.

 

Limiti dello studio

  • Lo studio non ha confermato l’ipotesi di non-inferiorità nella prima settimana.

 

Perché è importante

  • L’iniezione intrarticolare di steroidi alla fine dell’UGPL è prassi comune, tuttavia esiste il dubbio che possa interferire con il processo di guarigione o ostacolare il riassorbimento delle calcificazioni.
  • Questo studio supporta l’utilità dell’iniezione intrarticolare peri-procedurale di steroidi nell’UGPL.