La terapia diretta alle metastasi evidenzia benefici nell’HNSCC

  • Beckham TH & al.
  • Br J Cancer
  • 25/10/2019

  • Brian Richardson, PhD
  • Univadis Clinical Summaries
L'accesso ai contenuti di questo sito è riservato agli operatori del settore sanitario italiano L'accesso ai contenuti di questo sito è riservato agli operatori del settore sanitario italiano

Conclusioni

  • La terapia diretta alle metastasi (metastasis-directed therapy, MDT) è associata a una sopravvivenza complessiva (overall survival, OS) migliore dei pazienti affetti da carcinoma a cellule squamose della testa e del collo (head and neck squamous cell carcinoma, HNSCC) con un carico di malattia metastatica limitato.

Perché è importante

  • Questo studio conferma le crescenti evidenze di un ruolo positivo delle strategie terapeutiche locali nei pazienti con un carico metastatico limitato.

Risultati principali

  • L’OS a 5 anni era del 9% nell’intera coorte (35% nei pazienti con una sola metastasi, 4% nei pazienti con metastasi multiple).
  • La MDT era associata a una OS migliore (HR: 0,36; P=0,006) nell’analisi multivariata.
  • I tumori primitivi del cavo orale (HR: 2,22; P=0,015) e i tumori primitivi naso-sinusali (HR: 4,88; P=0,037) erano associati a una OS inferiore nell’analisi multivariata.
  • La sopravvivenza libera da metastasi mediana e la OS a 5 anni dopo MDT stimate erano rispettivamente di 26,4 mesi e del 31%.

Disegno dello studio

  • Sono stati analizzati gli esiti e i fattori associati di 186 pazienti con HNSCC e malattia metastatica, il 16,1% dei quali sottoposti a MDT (14% chirurgia, 1,6% radioterapia, 0,5% ablazione con radiofrequenza).
  • Finanziamento: National Institutes of Health (NIH)/National Cancer Institute.

Limiti

  • Studio retrospettivo con eterogeneità dei pazienti e del trattamento.