La stadiazione con PET prima del trattamento è legata a una sopravvivenza migliore nell’SCLC

  • Hong JC & al.
  • J Natl Compr Canc Netw
  • 01/02/2019

  • Kelli Whitlock Burton
  • Univadis Clinical Summaries
L'accesso ai contenuti di questo sito è riservato agli operatori del settore sanitario italiano L'accesso ai contenuti di questo sito è riservato agli operatori del settore sanitario italiano

Conclusioni

  • La stadiazione con tomografia a emissione di positroni (positron emission tomography, PET) prima del trattamento è associata a una sopravvivenza complessiva (overall survival, OS) e a una sopravvivenza specifica per il tumore del polmone (lung cancer-specific survival, LCSS) significativamente migliori dei pazienti con tumore del polmone a piccole cellule (small-cell lung cancer, SCLC).

Perché è importante

  • Le attuali linee guida raccomandano PET/TC per i pazienti con SCLC in stadio limitato (limited stage, LS; LS-SCLC), ma non in stadio esteso (extended stage, ES; ES-SCLC).

Disegno dello studio

  • 10.135 pazienti del Central Cancer Registry del Department of Veterans Affairs con diagnosi di SCLC tra il 2001 e il 2010.
  • Finanziamento: nessuno rivelato.

Risultati principali

  • 3.510 pazienti avevano LS-SCLC, 6.143 ES-SCLC e 482 tumori in stadio sconosciuto.
  • L’OS mediana è aumentata durante lo studio in generale (6,2 vs. 7,9 mesi; P
  • Anche la LCSS mediana è migliorata in generale (7,5 vs. 8,6 mesi; P
  • La PET pre-trattamento è aumentata dall’1,1% nel 2001 al 39,2% nel 2010, con l’aumento massimo nell’LS-SCLC (dall’1,8% al 53,7%).
  • La PET pre-trattamento era associata in modo indipendente a OS e LCSS migliori nell’LS-SCLC (HR: 0,78; IC 95%: 0,68–0,90 e HR: 0,74; IC 95%: 0,63–0,87) e nell’ES-SCLC (HR: 0,69; IC 95%: 0,64–0.75 e HR: 0,70; IC 95%: 0,64–0,76).

Limiti

  • Popolazione composta esclusivamente da veterani.