La sedazione profonda non migliora il tasso di individuazione della colonscopia

  • Turse EP & al.
  • Gastrointest Endosc
  • 15/05/2019

  • Jim Kling
  • Univadis Clinical Summaries
L'accesso ai contenuti di questo sito è riservato agli operatori del settore sanitario italiano L'accesso ai contenuti di questo sito è riservato agli operatori del settore sanitario italiano

Conclusioni

  • Il tasso di individuazione degli adenomi (adenoma detection rate, ADR) e il tasso di individuazione dei polipi (polyp detection rate, PDR) non sono migliori con sedazione profonda (propofolo) rispetto a sedazione moderata (benzodiazepina più oppioidi) nelle colonscopie di pazienti a rischio medio.

Perché è importante

  • La ricerca precedente ha ottenuto risultati contrastanti, possibilmente a causa di variabili confondenti che lo studio attuale intendeva eliminare.

Disegno dello studio

  • Analisi retrospettiva di 585 colonscopie indice condotte presso un singolo centro che è passato da sedazione moderata (n=338) a sedazione profonda (n=247) nel 2016.
  • Finanziamento: nessuno.

Risultati principali

  • Il PDR complessivo era del 70,1% e l’ADR del 41,7%.
  • Non è stata osservata alcuna differenza tra sedazione moderata e profonda in termini di PDR (71,9% vs. 67,6%; P=0,27) o ADR (44,1% vs. 38,5%; P=0,18).
  • Le analisi solo delle donne non hanno evidenziato alcuna differenza tra sedazione moderata e profonda in termini di PDR (69,3% vs. 64,8%; P=0,41) o ADR (42,2% vs. 32,4%; P=0,09).
  • Le analisi solo dei soggetti di sesso maschile non hanno evidenziato alcuna differenza tra sedazione moderata e profonda in termini di PDR (75,3% vs. 71,4%; P=0,56) o ADR (46,6% vs. 46,7%; P=1,0). 

Limiti

  • Analisi retrospettiva.
  • Singolo centro.