La radioterapia stereotassica corporea evidenzia un beneficio in termini di PFS nell’NSCLC oligoprogressivo

  • Univadis
  • Notizie di oncologia
L'accesso ai contenuti di questo sito è riservato agli operatori del settore sanitario italiano L'accesso ai contenuti di questo sito è riservato agli operatori del settore sanitario italiano

Conclusioni

  • La radioterapia stereotassica corporea (stereotactic body radiation therapy, SBRT) diretta alle lesioni progressive migliora significativamente la sopravvivenza libera da progressione (progression-free survival, PFS) dei pazienti affetti da tumore polmonare non a piccole cellule (non-small cell lung cancer, NSCLC) metastatico oligoprogressivo.

Perché è importante

  • I risultati della coorte con NSCLC sono incoraggianti e possono cambiare la pratica clinica.

Disegno dello studio

  • Sperimentazione di fase 2, randomizzata CURB di 102 pazienti affetti da NSCLC metastatico (n=58) o tumore mammario (n=44) trattati con ≥1 linea di terapia sistemica e che presentavano lesioni oligoprogressive idonee alla SBRT.
  • I pazienti sono stati assegnati casualmente a SBRT più lo standard di cura (standard of care, SOC) palliativo o al solo SOC.
  • Finanziamento: Memorial Sloan Kettering Cancer Center.

Risultati principali

  • Dopo un follow-up di 51 settimane, 71 pazienti avevano subito progressione è 30 erano deceduti.
  • Nel gruppo sottoposto a SBRT, rispetto a quello assegnato solo a SOC:
    • la PFS mediana nel complesso è migliorata significativamente (22 vs. 10 settimane; P=0,005).
    • Nei pazienti affetti da NSCLC: la PFS è migliorata significativamente (44 vs. 9 settimane; P=0,004).
    • Nelle pazienti affette da tumore mammario non è stata osservata alcuna differenza nella PFS mediana (18 vs. 17 settimane; P=0,5).
  • La SBRT ha evidenziato un’associazione significativa con un beneficio in termini di PFS nei pazienti affetti da NSCLC (HR=0,38; IC 95%: 0,18–77; P=0,007).
  • 8 pazienti nel gruppo sottoposto a SBRT hanno sviluppato eventi avversi di grado ≥2.

Limiti

  • Studio in aperto.