La prevenzione degli incidenti domestici in eta' infantile


  • Notizie Mediche - VDA Net
L'accesso ai contenuti di questo sito è riservato agli operatori del settore sanitario italiano L'accesso ai contenuti di questo sito è riservato agli operatori del settore sanitario italiano

SNLG Sistema Nazionale Linee Guida

La prevenzione degli incidenti domestici in eta' infantile

La consapevolezza della necessità di basare le scelte della medicina su prove scientifiche ha avuto una forte accelerazione con la nascita delle Cochrane Collaboration nel 1992. Se inizialmente l’attenzione era tutta focalizzata sui trattamenti medici, solo successivamente la Evidence-based Medicine (EBM) ha cominciato a accorgersi che anche gli interventi di prevenzione avrebbero dovuto avere gli stessi requisiti scientifici. In Italia, fu nel settembre del 1999 che per la prima volta un gruppo di operatori si incontrò a Bologna per ragionare sugli sviluppi di una tale prospettiva. Il modello di riferimento non poteva che essere quello della EBM, e l’acronimo EBP, per Evidence-based Prevention, veniva scelto per marcare una sorta di filiazione ideale.
Di lì a poco fu però chiaro che le cose erano più complicate rispetto a quanto immaginato nell’entusiasmo iniziale. Nel mondo della valutazione degli interventi di prevenzione, infatti, si contrapponevano due tesi: quella della “prova scientifica”, rivendicata come compito essenziale dalla Cochrane Collaboration nella costruzione delle sue revisioni sistematiche, e quella della “migliore evidenza scientifica” (best available evidence), tipica del pragmatismo della Sanità pubblica nord-americana, che accettava l’uso della migliore prova disponibile per prendere decisioni. Nel corso degli anni sono stati fatti molti passi avanti verso una sintesi di queste due non inconciliabili posizioni, nella consapevolezza che, in conclusione, esiste un interesse comune, quello della salute della popolazione umana.


- Scarica il documento completo in formato PDF
- Riproduzione Riservata