La chemioterapia a base di platino/pemetrexed è moderatamente efficace nell’NSCLC ALK+

  • J Thorac Oncol

  • Kelli Whitlock Burton
  • Univadis Clinical Summaries
L'accesso ai contenuti di questo sito è riservato agli operatori del settore sanitario italiano L'accesso ai contenuti di questo sito è riservato agli operatori del settore sanitario italiano

Conclusioni

  • La chemioterapia a base di platino/pemetrexed ottiene un’efficacia modesta nei pazienti con tumore del polmone non a piccole cellule (non-small cell lung cancer, NSCLC) positivo per la chinasi del linfoma anaplastico (anaplastic lymphoma kinase, ALK) refrattario a ≥1 inibitore tirosin-chinasico (tyrosine kinase inhibitor, TKI) di seconda generazione.
  • L’efficacia risulta migliore nei pazienti che ricevono chemioterapia combinata a un TKI di ALK.

Perché è importante

  • Non è noto quale sia la linea successiva di terapia più efficace dopo il fallimento di un TKI di ALK di seconda generazione.

Disegno dello studio

  • 58 pazienti con NSCLC ALK-positivo in stadio avanzato refrattario a ≥1 TKI di ALK di seconda generazione hanno ricevuto chemioterapia a base di platino/pemetrexed (chemioterapia a base di PT/pem).
  • Finanziamento: National Cancer Institute e altri.

Risultati principali

  • L’88% dei pazienti era stato trattato precedentemente con ≥2 TKI di ALK e il 21% con ≥3 TKI di ALK.
  • Il 95% dei pazienti ha ricevuto chemioterapia a base di PT/pem immediatamente dopo un inibitore di ALK di seconda generazione.
  • Il tasso di risposta obiettiva (objective response rate, ORR) era del 29,7% (IC 95%: 15,9%–47,0%) e l’ORR nel sistema nervoso centrale era del 15,8% (IC 95%: 3,4%–39,6%).
  • La sopravvivenza libera da progressione (progression-free survival, PFS) mediana dell’intera coorte trattata con chemioterapia a base di PT/pem era di 4,3 mesi (IC 95%: 2,9–5,8 mesi).
  • Il rischio di progressione intracranica a 1 anno era del 30% (IC 95%: 18%–44%).
  • Il ricevimento di qualsiasi chemioterapia combinata a base di PT/pem più un TKI di ALK era associato a una PFS mediana significativamente migliore rispetto alla sola chemioterapia a base di PT/pem (7,7 vs. 3,6 mesi; HR: 0,31; P=0,002).

Limiti

  • Studio retrospettivo.