La Cardiologia di Ferrara al Giro d'Italia


  • Adnkronos Salute
L'accesso ai contenuti di questo sito è riservato agli operatori del settore sanitario italiano L'accesso ai contenuti di questo sito è riservato agli operatori del settore sanitario italiano

Ferrara, 16 mag. (AdnKronos Salute) - In occasione della tappa ferrarese del Giro d'Italia di venerdì 18 maggio, cinque cardiologi dell'ospedale Sant'Anna faranno gratuitamente degli esami cardiologici sia ai campioni sia ai cittadini che lo desiderino, presso un gazebo allestito ad hoc in piazza Trento Trieste. L'iniziativa rientra nell'ambito di 'Ferrara, città della prevenzione', progetto attivo dal 2016 per favorire in tutto il capoluogo una nuova cultura della salute e del benessere.

"E' fondamentale sottoporsi regolarmente, soprattutto dopo una certa età, ad alcuni esami specifici - spiega Roberto Ferrari, direttore dell'Unità operativa di Cardiologia del S.Anna di Cona e coordinatore scientifico del progetto Ferrara, città della prevenzione - E' questo il messaggio che vogliamo rilanciare in occasione del passaggio del Giro d'Italia. Volontà, allenamento, alimentazione, muscoli, tecnica sono tutti aspetti fondamentali nel ciclismo. Ma nel Giro ciò che è più importante è il 'cuore'".

"In un essere normale - precisa l'esperto - il cuore sposta ogni giorno 9.000 litri di sangue. Per un ciclista del Giro questa cifra sale ad almeno 15.000 litri che percorrono 232.000 chilometri in 27 secondi. Se potessimo distendere i vasi che irrorano il corpo umano, farebbero il giro dell'Equatore almeno 2 volte. Per fare ciò il cuore deve fare almeno 100.000 battiti al giorno".