L’uso di statine è legato a una mortalità inferiore nel carcinoma mammario in una coorte svedese

  • Borgquist S & al.
  • BMC Cancer
  • 11/01/2019

  • Miriam Davis, PhD
  • Univadis Clinical Summaries
L'accesso ai contenuti di questo sito è riservato agli operatori del settore sanitario italiano L'accesso ai contenuti di questo sito è riservato agli operatori del settore sanitario italiano

Conclusioni

  • L’uso di statine prima e dopo la diagnosi di carcinoma mammario è associato a un rischio inferiore rispettivamente del 23% e del 17% di mortalità correlata al carcinoma mammario in una coorte a livello nazionale svedese.

Perché è importante

  • Questa ampia coorte osservazionale possiede una maggiore potenza di individuare un’associazione inversa tra uso di statine e mortalità del carcinoma mammario rispetto alla maggior parte degli studi precedenti.
  • Lo studio si integra a un’ampia mole di evidenze osservazionali, ma prima di suggerire la prescrizione di statine alle pazienti affette da carcinoma mammario è necessaria una sperimentazione randomizzata e controllata.

Disegno dello studio

  • Coorte osservazionale retrospettiva a livello nazionale (n=20.559 con diagnosi di carcinoma mammario) del Registro tumori svedese (periodo 2005–2008).
  • L’uso di statine è stato ottenuto dal Registro delle prescrizioni svedese.
  • La mortalità è stata ottenuta da un registro nazionale delle cause di decesso.
  • Finanziamento: Consiglio Europeo; Swedish Research Council; Swedish Cancer Foundation.

Risultati principali

  • Il follow-up mediano era di 61,6 mesi; 2.669 decessi correlati a carcinoma mammario.
  • La simvastatina era la statina prescritta più spesso (82%–93%).
  • Uso di statine prima della diagnosi:
    • l’uso regolare di statine (rispetto al mancato uso o a un uso irregolare) era associato a un rischio inferiore del 23% di mortalità correlata al carcinoma mammario (HR: 0,77; P=0,014);
    • un alto uso di statine (rispetto al mancato uso) era associato a un rischio inferiore del 16% di mortalità correlata al carcinoma mammario (HR: 0,84; P=0,022).
  • Uso di statine dopo la diagnosi:
    • l’uso di statine (rispetto al mancato uso) era associato a un rischio inferiore del 17% di mortalità (HR: 0,83; P=0,001).

Limiti

  • Disegno osservazionale.