L’abbronzatura indoor è associata a carcinoma spinocellulare?


  • Agenzia Zoe
  • Sintesi della letteratura
L'accesso ai contenuti di questo sito è riservato agli operatori del settore sanitario italiano L'accesso ai contenuti di questo sito è riservato agli operatori del settore sanitario italiano

Messaggi chiave

  • Uno studio prospettico fornisce prove di un'associazione tra abbronzatura indoor e carcinoma spinocellulare (SCC) tra le donne.
  • Il rischio di sviluppare il tumore della pelle aumenta del 40% circa con la pratica, e di oltre il 50% se questa è iniziata prima dei 30 anni.

Descrizione dello studio

  • Studio di coorte su donne nate dal 1927 al 1963 facenti parte del Norwegian Women and Cancer study, istituito nel 1991 con follow-up fino al 31 dicembre 2015.
  • Le partecipanti segnalavano scottature solari, vacanze al sole e abbronzatura indoor avvenute durante l'infanzia, l'adolescenza e l'età adulta.
  • Le informazioni su tutte le diagnosi di cancro e le date di emigrazione o morte sono state ottenute attraverso il collegamento al registro tumori della Norvegia.
  • Finanziamento: Institute of Basic Medical Sciences, University of Oslo e Norwegian Cancer Society

Risultati principali

  • Sono state incluse nello studio 159.419 donne (età media all'inclusione, 49,9 ± 8,3 anni). Durante il follow-up (media 16,5 ± 6,4 anni), a 597 donne è stato diagnosticato SCC.
  • Il rischio di SCC è aumentato all'aumentare del numero cumulativo di sessioni di abbronzatura indoor. L’hazard ratio per l'uso più elevato vs il non aver mai utilizzato l’attrezzatura era di 1,83 (P
  • Un rischio significativamente elevato di SCC è stato riscontrato tra le donne con 10 anni o meno di utilizzo (HR 1,41) e con più di 10 anni di utilizzo (HR, 1,43); tra le donne almeno trentenni al basale (HR 1,36) o era più giovane (HR, 1,51).
  • Non è stata trovata alcuna associazione significativa tra età all'inizio e età alla diagnosi (coefficiente di regressione stimato, −0,09 [IC 95%, da -1,11 a 0,94] per età all'inizio di 30 anni e -0,02 [IC 95%, da -1,27 a 1,22] per età all’inizio

Limiti dello studio

  • Non si hanno informazioni sui tipi di dispositivi di abbronzatura utilizzati e sulla durata delle singole sessioni.
  • La coorte comprende solo donne.
  • Esposizione raccolta in modo retrospettivo: possibile errore di classificazione.
  • Non è possibile distinguere SCC labiale, che può essere associato al fumo.
  • Coorte giovane per quanto riguarda l'incidenza di SCC.

Perché è importante

  • Primo studio che ha analizzato prospetticamente l'associazione dose-risposta tra abbronzatura indoor e il rischio di carcinoma spinocellulare (SCC).
  • Questi risultati dovrebbero supportare lo sviluppo di politiche che regolano l'abbronzatura indoor.