Insulti no vax a primaria Palermo, lei 'vado avanti'

  • Univadis
  • Attualità mediche
L'accesso ai contenuti di questo sito è riservato agli operatori del settore sanitario italiano L'accesso ai contenuti di questo sito è riservato agli operatori del settore sanitario italiano

Palermo, 17 gen. (Adnkronos Salute) - "A parte che somigli a un topo di fogna! grandissima indegna che sei, bugiarda. Vuoi solo visibilità. Mer..!!!". "E' diventata una star anche lei". "Smettila di recitare, si sa che voi dottori venite pagati per dire l'esatto contrario, adesso avete veramente scassato le palle". "Siete dei poveri dementi. Avete fatto procurato allarme. Siete delle mer... Incapaci di sistemare gli ospedali. Vai a spalare mer...". Sono solo alcuni degli insulti rivolti a Tiziana Maniscalchi, primario del Pronto soccorso Covid dell'ospedale Cervello di Palermo, che la stessa dottoressa ha postato sul suo profilo Facebook con tanto di foto e di nomi. 

"Una risposta per tutti... - scrive la dirigente medico - Esiste un reato che si chiama calunnia e che potrà fruttare più delle Tv... Siete rintracciabilissimi ed è probabile che a fine pandemia mi possa pagare una lunghissima vacanza con i proventi. Gli avvocati sono già al lavoro. NB: Io continuo a lavorare e a dimostrare ciò che volete io non dimostri. La mia è una lotta per tutta la categoria dei sanitari e di coloro che lavorano per la sanità in questo momento - aggiunge ringraziando per la solidarietà ricevuta - Non sento l'affronto personale... anzi, se così fosse veramente non perderei neanche un secondo della mia vita a rispondere".