Inibitori del checkpoint immunitario per il tumore mammario triplo negativo

  • Univadis
  • Notizie di oncologia
L'accesso ai contenuti di questo sito è riservato agli operatori del settore sanitario italiano L'accesso ai contenuti di questo sito è riservato agli operatori del settore sanitario italiano

Conclusioni

  • Metanalisi di 41 coorti indicano che gli inibitori del checkpoint immunitario (immune checkpoint inhibitor, ICI) sono efficaci nel tumore mammario triplo negativo (tirple-negative breast cancer, TNBC) allo stadio iniziale e metastatico, ma sono legati a eventi avversi (adverse event, AE) immuno-correlati.

Perché è importante

  • Si prevede che i risultati di una delle prime metanalisi di questo tipo promuoveranno l’uso degli ICI per il TNBC.

Disegno dello studio

  • Metanalisi di 41 coorti con 6.558 partecipanti che hanno confrontato ICI più chemioterapia rispetto alla sola chemioterapia per il TNBC allo stadio iniziale (n=8 studi) e metastatico (n=30 studi).
  • Esiti primari: risposta patologica completa (pathologic complete response, pCR) e/o sopravvivenza libera da eventi (event-free survival, EFS) per il TNBC allo stadio iniziale; sopravvivenza complessiva (overall survival, OS) e/o sopravvivenza libera da progressione (progression-free survival, PFS) per il TNBC metastatico.
  • Finanziamento: Start-up Fund for Scientific Research della Fujian Medical University, Cina.

Risultati principali

  • TNBC allo stadio iniziale:
    • la pCR aggregata è risultata maggiore con ICI + chemioterapia rispetto alla sola chemioterapia (OR=2,03; P=0,0007);
    • anche l’EFS aggregata è risultata maggiore (HR=0,84; P=0,0100), un aumento del 16%.
  • TNBC metastatico:
    • la PFS aggregata è risultata prolungata con ICI + chemioterapia rispetto alla sola chemioterapia (HR=0,92; P<0,0001);
    • l’OS aggregata non è risultata prolungata significativamente (HR=0,95; P=0,2127).
    • Le analisi di sottogruppo hanno evidenziato un prolungamento di OS e PFS aggregate con ICI + chemioterapia rispetto ICI più terapia mirata o ICI in monoterapia.
  • L’aggiunta degli ICI alla chemioterapia ha determinato un aumento degli AE rispetto alla sola chemioterapia:
    • qualsiasi AE di qualsiasi grado, OR=1,3662 (IC 95%, 0,6780–2,7530);
    • qualsiasi AE di grado ≥3, OR=1,2920 (IC 95%, 1,1055–1,5098);
    • AE immuno-correlati di qualsiasi grado, OR=2,2395 (IC 95%, 1,5161–3,3080);
    • AE immuno-correlati di grado ≥3, OR=2,9546 (IC 95%, 1,3536–6,4495).

Limiti

  • Piccolo numero di studi sul TNBC allo stadio iniziale.