Incentivi economici efficaci per ridurre le prescrizioni di antibiotici


  • Cristina Ferrario - Agenzia Zoe
  • Sintesi della letteratura
L'accesso ai contenuti di questo sito è riservato agli operatori del settore sanitario italiano L'accesso ai contenuti di questo sito è riservato agli operatori del settore sanitario italiano

Messaggi chiave

  • L’introduzione di un programma di stewardship antibiotica che prevedeva un incentivo economico legato alla performance delle amministrazioni locali è risultato associato a una riduzione delle prescrizioni di questi farmaci in Inghilterra.
  • In particolare si è ridotto il numero di prescrizioni di antibiotici ad ampio spettro.
  • Sono necessari ulteriori studi sull’impatto di tale programma sugli esiti clinici avversi, per rassicurare i pazienti sulla sicurezza della scelta di ridurre la prescrizione inappropriata di antibiotici.

Descrizione dello studio

  • Utilizzando il dataset nazionale di prescrizione di antibiotici da aprile 2013 a febbraio 2017, sono stati valutati il numero di prescrizioni di antibiotici, il numero totale di antibiotici prescritti per STAR-PU (Specific Therapeutic Group Age-sex Related Prescribing Units), il numero di antibiotici ad ampio spettro prescritti e il numero di antibiotici ad ampio spettro prescritti ed espressi in percentuale.
  • L’impatto del Quality Premium sulla prescrizione di antibiotici è stato valutato con analisi di regressione segmentata.
  • Fonte di finanziamento: NIHR Policy Research Programme.

Risultati principali

  • Nel corso del periodo di studio sono stati prescritti in contesti di cure primarie oltre 140 milioni di antibiotici.
  • Dopo l’introduzione del Quality Premium, gli antibiotici prescritti si sono ridotti dell’8,2%.
  • Il dato si traduce in una riduzione di quasi 6 milioni nelle prescrizioni di antibiotici in 23 mesi post-intervento rispetto al numero atteso sulla base della tendenza pre-intervento.
  • Dopo aggiustamento per diversi fattori, è emersa inoltre una significativa riduzione degli antibiotici prescritti per STAR-PU.
  • Un effetto simile è stato osservato anche per gli antibiotici ad ampio spettro (il 10,1% di tutti gli antibiotici prescritti), con una riduzione nelle prescrizioni pari al 18,9%.

Limiti dello studio

  • Il dataset non include le prescrizioni scritte ma non dispensate e nemmeno informazioni sui medici generici e sulla diagnosi clinica.
  • Non è possibile stabilire un rapporto causa-effetto, ma solo un’associazione tra l'incentivo e la riduzione delle prescrizioni di antibiotici.

Perché è importante

  • L’antibiotico-resistenza rappresenta un importante problema di salute pubblica.
  • Le prescrizioni e il consumo di antibiotici sono alla base di tale fenomeno e da tempo si discute sulla necessità di modificare le policy di prescrizione.
  • In alcuni casi, i programmi di stewardship prevedono incentivi economici legati alla riduzione delle prescrizioni ed è importante valutarne l’impatto sulle prescrizioni finali in modo da poterli eventualmente migliorare.